• Foto di 348 DUNE PISCINAS
  • Foto di 348 DUNE PISCINAS
  • Foto di 348 DUNE PISCINAS
  • Foto di 348 DUNE PISCINAS

Tempo  3 ore 18 minuti

Coordinate 681

Caricato 26 aprile 2016

Registrato settembre 2014

  • Valutazione

     
  • Informazioni

     
  • Facile da seguire

     
  • Paesaggio

     
-
-
25 m
-11 m
0
1,8
3,6
7,11 km

Visualizzato 1213 volte, scaricato 24 volte

vicino a Magazzini, Sardegna (Italia)

Estratto da Wikipedia
Il sistema dunale costiero delle Dune di Piscinas (da non confondere con l'omonimo comune di Piscinas, nel Sulcis) è un'area di dune sabbiose che si trova nella Sardegna occidentale, nel comune di Arbus, e si estende per circa 1,5 chilometri quadrati[senza fonte]. Le dune, che si estendono dalla costa verso l'interno per circa due chilometri[senza fonte], raggiungono un'altezza di circa 100 metri e sono modellate dai venti che soffiano dal mare. Sono tra le più alte dune vive d'Europa[1] e sono state definite, insieme alla Giara di Gesturi, un ambiente naturale unico[2].

Descrizione Modifica

Panorama delle dune
Territorio Modifica
La zona di Piscinas digrada lentamente da alcuni rilievi collinari alla linea di costa, passando dalle formazioni rocciose alle famose dune di sabbia. Il rio Piscinas è un torrente che nasce nei pressi di Montevecchio e scorre a nord della zona di Piscinas. Viene alimentato anche dalle acque provenienti da alcune gallerie delle miniere dismesse, che gli conferiscono un colore rossastro: per questo motivo il rio viene talvolta nominato "fiume Rosso". Il rio Naracauli è invece un torrente che arriva nella zona di Piscinas dal villaggio minerario di Naracauli.

Edifici Modifica
L'unico edificio presente a Piscinas è il magazzino minerario delle vicine miniere di Gennamari e Ingurtosu dichiarato nel 1985 monumento nazionale dal Ministero per i beni culturali e ambientali. I minerali venivano trasportati dalla laveria Brassey di Naracauli tramite vagoncini lungo un tratto ferroviario di pochi chilometri. Da Piscinas il minerale veniva trasportato tramite bilancelle a Carloforte, Isola di San Pietro da cui partiva alla volta della penisola. Dopo aver funzionato come magazzino venne utilizzato come colonia a mare per i figli dei dipendenti delle miniere di Gennemari e Ingurtosu. Il rudere del vecchio deposito minerario fu trasformato in hotel da Sergio Caroli, ex colonnello della Folgore e figlio dell'ultimo direttore della miniera di Ingurtosu all'inizio degli anni '90. L'ingresso de Le Dune è ancora l'originaria galleria scavata agli inizi dell'800 e le forme e i materiali utilizzati rimandano alla epoca mineraria.

Flora e fauna Modifica
Tra la vegetazione si trovano il ginepro, il lentisco (Pistacia lentiscus), la ginestra, l'euforbia. Presso il rio Naracauli sono presenti tamerici, giunchi e altri arbusti della gariga.

Per la fauna è presente il cervo sardo (Cervus elaphus corsicanus), la testuggine mediterranea (Testudo hermanni) e la tartaruga marina (Caretta caretta), che depone le uova sulla spiaggia.

Piscinas nella cultura di massa Modifica
Nel 1978 furono girate diverse scene del film Black Stallion diretto da Carroll Ballard e prodotto da Francis Ford Coppola.[3]

Nel 2008 vi fu girato Eroe (storia di Luigi delle Bicocche), del rapper italiano Caparezza. Si tratta del primo singolo estratto dal quarto album in studio Le dimensioni del mio caos, pubblicato il 28 marzo 2008.

Nel 2017 la spiaggia è scenario di alcune parti del videoclip di Voglio ballare con te, singolo della rapper italiana Baby K.[4]

Nel 2018 è lo scenario del video Adiós paranoia, singolo della band Negrita.

1 commento

  • Foto di leogas

    leogas 28-ott-2020

    Ho seguito questo percorso  Vedi altro

    Una delle spiagge più belle della Sardegna

Puoi o a questo percorso