-
-
30 m
30 m
0
3,2
6,3
12,68 km

Visto 1413 volte, scaricato 2 volte

vicino Alpe Valaverta, Piemonte (Italia)

Parco Naturale dell'Alta Valle Antrona (Verbania)
Descrizione "Lasciata la diga di Campliccioli, sopra il lago di Antrona, si costeggia il lago camminando lungo i binari della ferrovia costruita per portare il materiale necessario per la costruzione della diga del Cingino, finito il lago si prosegue percorrendo la Val Troncone sino all’Alpe Lombraoro di sotto, dove la valle si chiude in un magnifico anfiteatro.
Si sale sulla destra con sentiero ripido ma ben marcato, attraversando un bellissimo lariceto dove troviamo esemplari decisamente importanti. La salita non concede tregua e oltrepassati i ruderi dell’Alpe Saler e Alpe Cingino, arriviamo in vista della diga, alle nostre spalle, dall’altra parte della valle, il bellissimo falsopiano con gli alpeggi abbandonati di Larcero e Lareccio contornati da boschi di larici e pino uncinato, non comune nelle valli ossolane. Tralasciando questa incantevole veduta, percorriamo gli ultimi metri per assistere allo spettacolo degli stambecchi aggrappati sul muro della diga.
Questa immagine ruba l’attenzione a tutto cio’ che ci circonda: il grazioso lago del Cingino, le severe cime che lo circondano e quelle che racchiudono tutta la Val Troncone, e sopra il lago, il passo di Saas. Uno degli alti valichi storici dell’Ossola, che mette in comunicazione la Valle Antrona con la Svizzera Valle di Saas, la famosa Strada Antronesca, percorsa nei tempi remoti da carovane di muli carichi di merci, ora solo da qualche escursionista esperto, ma senza perdere il suo fascino e soprattutto ancora con tratti originali di mulattiera.
Lasciamo a malincuore questi luoghi e affrontiamo la discesa, anch’essa abbastanza lunga ed impegnativa, almeno per il primo tratto,torniamo al luogo di partenza come al solito stanchi ma decisamente soddisfatti." https://www.ossolatrek.com/gli-stambecchi-del-cingino
Regione Piemonte
Provincia Verbania
Partenza Al posteggio diga di Campliccioli m.1360
Arrivo Al posteggio diga di Campliccioli m.1360
Quota max Bivacco Cingino ca. 2235 slm
Dislivello tot. in salita m. 875 ca.
Tempo Km. 18,25 in 9h12m tutto compreso velocità media1,99km/h
Difficoltà - T3 escursione di montagna impegnativa
- Di regola traccia visibile sul terreno, passaggi esposti possono essere
assicurati con corde o catene, eventualmente bisogna servirsi delle mani per l'equilibrio.
Se segnalato secondo norme FSS: bianco-rosso-bianco.
Singoli passaggi con pericolo di cadute esposte, pietraie, versanti erbosi senza traccia e cosparsi di roccette.
- Passo sicuro, buoni scarponi da trekking. Discrete capacità d'orientamento. Conoscenze base dell'ambiente alpino.
Attrezzatura Buoni scarponi da trekking, bacchette. pila (eventuale galleria per il ritorno*)
Periodo consigliato Fatto a maggio 2017 con il disgelo lo spettacolo delle cascate e del torrente è unico!
Sconsigliato se piove causa torrenti in possibile piena.
Lingue di neve da attraversare con cautela lungo la salita (maggio 2017)!
Presenza di acqua SI durante il percorso (fonti)
Punto di appoggio Bivacco Cingino ca. 2235 slm (chiuso in maggio 2017)
Note 27/05/2017
Ore 9,12 partenza Km. 18,25 in 9h12m tutto compreso velocità media1,99km/h

Gli stambecchi che leccano il sale abbarbicati alla diga del Lago di Cingino!!!

R: la prossima volta attrezzarsi per dormire al bivacco del Lago di Cingino. http://www.caivilladossola.net/ 12 posti letto

Parco Naturale dell'Alta Valle Antrona http://www.parcovalleantrona.it/
Alta Valle Antrona sul percorso della classica Alta Via delle Alpi Ossolane. http://www.sentieridelverbanocusioossola.it/

Variante per il ritorno: http://www.opentrek.it/escursione-cingino-camposecco.html con galleria
Categoria: Le mie sedute

Commenti

    You can or this trail