Tempo  6 ore 46 minuti

Coordinate 2544

Uploaded 9 luglio 2017

Recorded luglio 2017

  • Rating

     
  • Information

     
  • Easy to follow

     
  • Scenery

     
-
-
2.150 m
1.032 m
0
3,6
7,2
14,42 km

Visto 630 volte, scaricato 12 volte

vicino Forno di Coazze, Piemonte (Italia)

Lasciata la macchina al bivio per Molè, subito dopo il Santuario di Nostra Signora di Lourdes, (1015 m) si imbocca la stradetta asfaltata che conduce alla Borgata Molè di Forno di Coazze. (1087 m) Arrivati di fronte alla Chiesa di S. Antonio, si imbocca a sinistra la mulattiera, che attraversa l’intero borgo e, che all’uscita, diventa sentiero N.415. Il percorso è ben segnalato: lo sterrato comincia subito dopo il pilone votivo della Madonna delle Grazie e la targa in ricordo dei partigiani caduti nel maggio del 1944. Si attraversa un bosco di betulle e pini e si raggiunge un punto panoramico molto suggestivo che segue il Rio della Balma lasciandolo in basso sulla sinistra.
Si fiancheggia quindi brevemente il torrente Balma, fino a una grossa fontana, dalla quale si sale con tornanti verso nord e la vista si apre su un paesaggio dominato da pareti rocciose: a destra la Rocca di Bauti (1724 m), a sinistra la Rocca Tana dell’Orso (1708 m). Il sentiero prosegue a mezza costa, alto sopra il torrente, e piega a sinistra, fino a superare i contrafforti rocciosi frontali della Cara d'Uslur dove è presente la Fontana du Roc. Percorrendo un tratto in salita con alcuni tornanti, dopo circa 20 minuti si giunge al rifugio Balma. (1986 m) Alle spalle del Rifugio vi è un bivio: sulla destra parte il Sentiero N.442 che, costeggiando la Cresta Ciarmgranda e puntando a Nord, conduce al Pian Real mentre sulla destra il Sentiero N.415 prosegue il suo corso, superando una piccola centrale idroelettrica. Salendo si può vedere sul fondovalle il primo dei tre laghi del vallone della Balma, il Laghetto. Poco dopo si giunge ad un nuovo incrocio: a destra il Sentiero 415 (2048 m) prosegue per il Colletto Robinet, a sinistra il Sentiero 441 punta prima al Lago Sottano (2105 m) e quindi al Lago Soprano (2213 m) Presso il Lago Sottano Camillo Benso Conte di Cavour aveva fatto costruire il casotto di caccia, ancora evidenti le fondazioni (sentiero Cavour).

1 comment

  • Cannonau 28-ago-2018

    I have followed this trail  View more

    Splendido. Grazie davvero per il consiglio.

You can or this trail