Tempo  5 ore 18 minuti

Coordinate 3191

Uploaded 28 febbraio 2016

Recorded febbraio 2016

-
-
803 m
12 m
0
5,1
10
20,24 km

Visto 1309 volte, scaricato 15 volte

vicino Ceriale, Liguria (Italia)

Traversata molto panoramica, che percorre tutta la corona di monti che sovrasta la valle Ibà sopra Ceriale e Peagna. Tutto il percorso si svolge su tracce e sentieri che in alcuni punti sono di disagevole percorrenza per i numerosi ciottoli e spuntoni rocciosi che caratterizzano la zona. Da non sottovalutare la lunghezza del percorso che nonostante tocchi la quota massima di 813 metri del Poggio Grande, arriva con i numerosi saliscendi a circa 1130 metri di ascesa. L’itinerario offre spunti di interesse ambientale per la flora e la fauna di pregio e la presenza di fenomeni carsici. Si attraversa la Riserva Regionale Rio Torsero. Lungo il percorso si segnala la presenza di carbonaie.
Parcheggiata l’auto nel piazzale del Cimitero di Ceriale, si svolta a destra in discesa per Via Cadanzo fino alla prima svolta a destra che, dopo aver percorso una scalinata, immette direttamente in Via Borgo, dove svoltando a destra si raggiunge poco dopo Via Rivoire. Proseguendo sempre in direzione Ovest si continua per Strada Vecchia Peagna, si supera l’autostrada e si prosegue fino ad incrociare Via Nostra Signora delle Grazie. Sempre per la stessa direzione si continua a salire per Via Tecci e Paveme fino al raggiungimento di una curva a destra dove, sul lato esterno, parte un sentiero con segnavia Cerchio Rosso e P1, diretto al Poggio Ceresa attraverso la valle del Rio Ibà, lo si segue per circa 400 metri, si attraversa il Rio e dopo una piccola rampa si arriva ad uno spiazzo con un tabellone indicatore del “Sentiero Naturistico” dove si prosegue svoltando a destra sulla sterrata. Durante il percorso ad intervalli regolari numerosi cartelli illustrano le varie specie vegetali presenti nei dintorni: si prosegue fino ad un guado dove si passa alla sinistra orografica del Rio e, dopo un ponte di pietra, si raggiunge una radura attrezzata a pic-nic con i ruderi della Casa Trinchella. Si prosegue nella selvaggia valletta, superando svariate volte il corso d'acqua con difficoltà variabili a seconda della portata, per iniziare a salire con ripide tornanti la parte finale della valletta fino ad arrivare, dopo alcuni tratti boschivi, ai pascoli sotto il Pizzo Ceresa. Tagliando in diagonale per i prati si arriva alla cima. (735 m) Sul crinale del Pizzo Ceresa si raggiunge una Cappelletta dedicata ai caduti in guerra del Comune di Cisano sul Neva.
Passando per numerosi ripetitori televisivi e telefonici, si prosegue, con segnavia Quadrato Vuoto Rosso e P5,sulla stradina sterrata in direzione del santuario. Tagliando con il sentiero i tornanti della strada sterrata, si abbandona quest’ultima, all’altezza di un traliccio della corrente, per un ripido sentiero che in breve conduce al Poggio Grande dove si trova il Forte ottocentesco dei Due Fratelli. (813 m)
Volendo si può evitare il Poggio Grande arrivando tramite la strada direttamente al Santuario.
Dal Poggio Grande si scende a Est con un ripido sentiero che conduce direttamente sulla strada al Santuario di Monte Croce. Al lato destro del Santuario parte un sentiero che ne costeggia la recinzione che, con segnavia Quadrato Vuoto Rosso, riporta a Ceriale. Il sentiero corre lungo tutta la catena di monti che separano la Val Varatella dalla Valle Ibà e dalla piana di Albenga, toccando con diversi saliscendi il Monte Acuto (748 m), il Monte Sopra Toirano (622 m), il Monte Croce (541 m) e il Monte Piccaro (281 m). Durante il tragitto si possono ammirare le caselle, alcune delle quali sono molto conservate, che servivano come ricovero per i pastori e in alcune anche per i propri cani.
Sul Monte Piccaro, vi è una panoramica Cappelletta votiva, posta a picco sul mare. Scendendo a Sud Est per una carrareccia si arriva nella pineta del parco del Castello Borelli sul Capo d’Anzio, proseguendo sulla sterrata ci si dirige verso Ceriale tra macchia mediterranea e olivi. La strada sterrata finisce nei pressi di alcune case abitate, si prosegue ora su asfalto, sempre con segnavia Quadrato Vuoto Rosso, prima in via Piccardone, poi in via Cadenzo fino ad arrivare al cimitero di Ceriale.

Commenti

    You can or this trail