-
-
201 m
51 m
0
5,4
11
21,6 km

Visto 1437 volte, scaricato 10 volte

vicino Casale Monferrato, Piemonte (Italia)

Quando il tempo è troppo incerto, prendere l’auto e percorrere tanti chilometri per raggiungere la meta da cui iniziare un percorso, non è conveniente soprattutto per i costi. Quindi cosa fare per non scalare il Monte Divano? L’unica soluzione per noi “provinciali” è fare qualche percorso di campagna magari, in questo caso, una bella camminata partendo da Casale Monferrato, costeggiando il canale Lanza fino a Occimiano per proseguire sotto le colline di Lu sulla piana di Mirabello fin sotto a San Salvatore e, dopo una tranquilla salita, fino al paese, pardon, Città. Questo percorso offre una straordinaria opportunità di passeggiate. Posizionate le auto nei due estremi del percorso, si parte dal piazzale della “vecchia” Coop, (116 m) si prende per C.so G. Verdi fino al ponte del Canale Lanza dove poco dopo, alla rotonda, si svolta a destra per Via G. Visconti e si passa davanti alla grande cascina a corte chiusa di S. Bernardino. Si riattraversa il ponte sul canale e si prosegue sempre dritti per strada asfaltata in direzione Sud fino all'incrocio dove si trovano le indicazioni a destra per Strada Bassotti e a sinistra per Cascine Rossi. Abbandonato l’asfalto, si prosegue per la carrareccia di fronte che fiancheggia parallelo il canale dal quale si diramano molti corsi d’acqua, regolati da piccole paratie mobili, griglie, derivazioni e tutto quanto necessita per un adeguato apporto idrico all'irrigazione dei campi. Il Canale Lanza, deriva le sue acque dal fiume Po in comune di Casale Monferrato. Lo scavo del canale risale al 1874, la derivazione fu eseguita ai piedi della collina sulla destra del Po, a circa 3 km dalla città di Casale Monferrato, ed è assicurata mediante una chiusa stabile. Il percorso segue il canale, alternando ora alla destra ora alla sinistra dopo tre ponti si incrocia la SP 56 e proseguendo sempre diritto in leggera discesa si passa nei pressi del Cantone Losa a San Germano dove devia a Est per fiancheggiare la Strada Vallare. Contornati quasi completamente dalle risaie, abbiamo avvistato qualche airone cinerino. Prima dell’ottavo ponticello, riconoscibile dalle paratie, si svolta a destra per breve tratto fino a incrociare la strada asfaltata del Vallare dove svoltati a sinistra si prosegue per 1.3 km per riabbandonare la strada asfaltata e proseguire nuovamente per la carrareccia parallela al canale. Una piccola “rampetta” tra le piante, scavalca il torrente Rotaldo che attraversa sopra il canale. Il Rotaldo nasce in provincia di Asti presso il comune di Grazzano Badoglio con il nome di Laio. Presso il comune di Occimiano muta denominazione diventando Rotaldo ed entrando in pianura, dove scorre con andamento sinuoso sino alla foce nel Po presso la Loc. Rivalba di Valmacca, attraversando prima i comuni di Grazzano Badoglio, Olivola, Borgo San Martino, Ticineto, Valmacca. Superato un vecchio tiro a segno e la SP 58 al “sedicesimo” ponticello si svolta a destra entrando in Occimiano (104 m) presso il circolo sportivo in Via Gerbida.(104 m) Attraversando il paese per Via Roma, in direzione SUD fino a Via Circonvallazione, si svolta a sinistra per la SP 66 e cento metri dopo, di nuovo a sinistra per la strada Comunale Vecchia di Lu. Superato il ponticello del Torrente Grana inizia una corta salita (128 m) che porta sulla piana a ridosso delle colline di Lu. Proseguendo sempre diritti al primo incrocio e mantenendo la sinistra subito dopo si abbandona la carrareccia di ghiaia che curva destra. Poco più di 200 m, in prossimità di una curva a sinistra, si prosegue dritto per strada sterrata fino all'incrocio con Strada Annibalini (di fronte alla strada per C.na Annibalini) dove si prosegue svoltando a sinistra in direzione Est sulla piana a Sud di Mirabello. Poco meno di 200 m la si abbandona per continuare a destra su carrareccia Strada Campostrina che in breve passando per alcune abitazione e un vecchio Tiro a Segno restaurato sulla destra, arriva ad attraversare la SP 70. (sul guardrail c’è il contrassegno del sentiero per Crea N. 602) La si attraversa e proseguendo fino all'incrocio nei pressi della C.na Bobba.(132 m) si svolta a destra. Proseguendo per la strada principale che poi diviene asfaltata, passando per il sotto passo dell’autostrada A26 ,si raggiunge la Strada Comunale Valdolenga e proseguendo si arriva nei pressi dell’incrocio con la SS 31. Svoltando a destra prima dell’incrocio si prende per una carrareccia che parallela alla SS 31 conduce alla strada per la C.na Vallara. (150 m) Si attraversa la statale e si sale fino al Cimitero si San Salvatore dove svoltando a destra per la SP 59 si arriva al parcheggio dell’Ospedaletto dove si è lasciata l’auto. (235 m)

Commenti

    You can or this trail