-
-
895 m
616 m
0
4,4
8,9
17,79 km

Visto 2421 volte, scaricato 39 volte

vicino Cascina Baracca, Liguria (Italia)

Bell’itinerario, attraversato il territorio del Parco “Capanne di Marcarolo”, frequentato soprattutto in primavera ed autunno. Si giunge alla Cappella dell’Assunta, nei pressi di Capanne Superiori, dove si può parcheggiare l’auto.(820 m) Il sentiero, con segnavia Quadrato Giallo Vuoto, parte dalla Cappella, seguendo la stradina asfaltata a sinistra e superato in nucleo di Capanne Superiori, posto in uno splendido contesto panoramico tra ampi prati da sfalcio e piccoli boschetti, prosegue su una carrozzabile in direzione delle cascine Porassa e Menta. Nel punto in cui la strada curva a sinistra si prosegue a destra per uno sterrato che passa, attraversando un fresco tratto boschivo con presenza di castagno, nocciolo e acero di monte, nei pressi dei ruderi della Cascina Menta II (820 m).Poco dopo tralasciando la carrareccia che scende a destra, il sentiero, sempre in piano, si inoltra in una zona più aperta dominata da pino nero e marittimo che si alternano a fasce erbose e affioramenti rocciosi, giungendo infine ad un punto panoramico sopra il Lago della Badana (800 m) dove, sulla sinistra, si diparte il sentiero D3 che sale verso la Costa Lavezzara.
Ripreso il cammino su sentiero accidentato, attraversando una piccola pineta, si costeggia il bacino del Lago Badana, dove dal 2005 è privo di acqua a causa di lavori di manutenzione. Raggiunta la diga la si attraversa fino a portarsi su lato destro orografico. (715 m) Si imbocca la carrabile che scende con qualche tornante
a costeggiare il ruscello che unisce il Lago Badana al Bruno e seguendone la sponda destra per una carrareccia si arriva nei pressi di una galleria. A sinistra è stata fatta una deviazione che salendo, scavalca quest’ultima permettendo di poter ammirare il Lago Bruno dall’alto. Si prosegue dopo la galleria fino ad arrivare alla congiunzione con il sentiero Naturalistico “Laghi del Gorzente”. (650 m) Segnavia Linea Rossa. Partendo dalla carrareccia di servizio il sentiero sale bruscamente per tratti anche esposti e pericolosi, fino a raggiungere un costolone (730 m) da dove prosegue con leggeri saliscendi fino ad uno spiazzo ove era situata una carbonaia. Scendendo per un ripido tratto si arriva a costeggiare la sponda sinistra orografica del Lago Lungo. Lo si costeggia fino alla fine pervenendo ad una briglia con una bella cascata d’acqua. Proseguendo poco dopo si arriva a guadare il Rio Lischeo dove subito dopo parte un sentiero poco frequentato che arriva fino a Masone passando per Chelina. Segnavia Un Pallino Giallo. Si sale costeggiando per un tratto la sponda orografica destra,(685 m) dopo qualche centinaio di metri il sentiero riattraversa il Rio per portarsi sempre salendo alla sponda orografica sinistra (710 m) e infine nei pressi di una radura svoltando a sinistra riattraversa il rio per iniziare a salire attraverso una pineta. (735 m) Seguendo con attenzione il segnavia si arriva ad una carrareccia disastrata dove svoltando a sinistra il percorso prosegue fino a raggiungere le case di Pian Frascaro e successivamente il parcheggio del ristorante Chelina ai Piani di Praglia. (852 m) Da qui inizia il lungo tratto di circa cinque km sulla SP 167 che attraverso panorami bellissimi con vista sul mar Ligure, conduce al punto di partenza.

Commenti

    You can or this trail