• Foto di 2012-09-09 Sant'Anna di Bellino-M.te Mongioia
  • Foto di 2012-09-09 Sant'Anna di Bellino-M.te Mongioia
  • Foto di 2012-09-09 Sant'Anna di Bellino-M.te Mongioia
  • Foto di 2012-09-09 Sant'Anna di Bellino-M.te Mongioia
  • Foto di 2012-09-09 Sant'Anna di Bellino-M.te Mongioia
  • Foto di 2012-09-09 Sant'Anna di Bellino-M.te Mongioia

Difficoltà tecnica   Medio

Tempo  3 ore 11 minuti

Coordinate 4813

Uploaded 9 settembre 2012

Recorded settembre 2012

-
-
3.338 m
1.851 m
0
2,2
4,4
8,71 km

Visto 1925 volte, scaricato 19 volte

vicino Meleze, Piemonte (Italia)

Il Monte Mongioia (in francese Bric de Rubren) è a cavallo tra la Val Varaita e la Val d’Ubaye. Visto l’altitudine della cima occorre avere un minimo di allenamento sia per il dislivello che per la quota raggiunta, l’ascesa finale dal Bivacco alla vetta presenta un paio di passaggi che vengono considerati di II° grado su scala alpinistica.
Dallo slargo della Fontana Fredda (1850 m) si procede dritti seguendo l' indicazione per il Passo Fiutrusa ( U26) ,Colle Autaret ( U27 ), Colle Bellino ( U28 ) e Passo Mongioia ( U67 ). Si segue quindi la sterrata che attraversa un ponte e si risale seguendo i segnavia, puntando verso la Rocca Senghi. Poco dopo si giunge ad un primo bivio, dove abbandonata la sterrata, si prosegue a destra su mulattiera, con indicazione per la ferrata di Rocca Senghi, Passo Mongioia e Bivacco Boerio. Si procede in moderata salita fino al Grange Cruset (2020 m) dove si trascura la deviazione a destra per la ferrata e si continua invece a sinistra su sentierino che poco dopo incontra nuovamente un bivio dove si trascura nuovamente il sentiero con indicazione per i Colli Bellino e Autaret ( U28 e U27 ) per procedere sempre sul U26. Il sentiero perde leggermente quota fino ad una passerella in legno, che permette di attraversare il Torrente Varaita di Rui. Superata la passerella si rimonta un pendio erboso con una serie di tornantini, fino alle Grange Rui. (2350 m) Si percorre il lungo pianoro del Vallone di Rui, mantenendo sempre la destra idrografica fino ad un bivio in fondo al Vallone, con indicazione su di un grosso masso, dove trascurando a destra il sentiero U26 che conduce al Passo Fiutrusa, si procede dritti per il Bivacco Boerio U67. Si risale per un pendio erboso, costeggiando una bella cascata e, una volta superato un breve canalino roccioso, si ritorna fra distese prative raggiungendo una conca alla base di alcune pareti rocciose. Qui il sentiero svolta decisamente a sinistra, risalendo a zig-zag su piccoli sfasciumi, fino ad arrivare al Passo Mongioia, (3085 m) spartiacque tra le valli Varaita ed Ubaye. In breve si arriva al vicino Bivacco Boerio, (3089 m) una bella struttura a forma ottagonale che sovrasta il Lago Mongioia (3083 m), il più alto delle Alpi Cozie. Seguendo un’evidente traccia si risale in diagonale il versante Est della montagna senza grandi difficoltà fino ad un punto leggermente più impegnativo a ridosso della cima, dove un muro di rocce alto circa 4 metri, disposte a gradoni ed un po' esposte, si supera arrampicandosi con l'aiuto delle mani. Superato questo tratto si raggiunge in cresta, su roccette, la vetta del M.te Mongioia. (3340 m) Il panorama in vetta è caratterizzato dalla mole del Monviso che, a causa della discreta elevazione del Mongioia, appare meno imponente rispetto alle altre vette della zona , mentre a Est si può ammirare il vicino Monte Salza. Per la discesa si ritorna al Bivacco e da qui come per l'andata a Sant'Anna.

Commenti

    You can or this trail