-
-
779 m
15 m
0
15
31
61,35 km

Visto 951 volte, scaricato 11 volte

vicino Trobiolo, Lombardia (Italia)

Località di partenza: Salò (65 m) Brescia
Lunghezza: 61,4 km
Quota massima: 779 m Monte Cas
Dislivello complessivo in salita: 1063 m
Ciclabilità: 100% asfalto
Arrivo: Salò (65 m) Brescia
Acqua lungo il percorso: SI - Toscalno - Gargnano
Come arrivare: uscire dall’autostrada al casello di Brescia Est e seguire le indicazioni stradali per Brescia, Verona e Rezzato (5 km). Imboccata la tangenziale Est si continua sempre dritto seguendo l’indicazione per Rezzato. Proseguire sulla SS45bis – Gardesana Occidentale fino a Salò. Alla rotonda giriamo a destra su via Pozzo ed usciamo dalla SS45bis seguendo l’indicazione stradale Salò. Alla rotonda successiva prendiamo la seconda uscita imboccando via Umberto I e poi giriamo al primo incrocio a sinistra dove c’è il parcheggio all’inizio della località Campoverde.
Lasciamo l’auto nel parcheggio e iniziamo a pedalare sulla pista ciclabile Brescia - Salò. Alla rotonda teniamo la destra e proseguiamo in leggera discesa, fiancheggiando via De Gasperi. Procediamo sulla ciclabile fino a portarci sul lungolago dove costeggiamo il porto e procediamo verso il centro di Salò. Giunti al duomo dedicato a Maria Annunziata giriamo a sinistra su via San Carlo e poi a destra su via Fantoni fino alla rotonda dove prendiamo la seconda uscita imboccando via Landi che percorriamo fino alla fine. Ci immettiamo sulla SS45bis, oltrepassiamo Barbarano, Gardone Riviera, Fasano, Bornico e arriviamo a Toscolano Maderno, dove ci fermiamo per visitare la chiesa di Sant’Andrea, romanica (XII sec.). Risaliti in sella usciamo da Toscolano Maderno pedalando sempre sulla SS45bis. Notiamo sulla sinistra la salita che porta a Cecina in direzione della Valvestino dove eravamo stati nel 2015 (http://gianolinibike.it/node/5544). Questa volta proseguiamo fino alle porte di Gargnano dove giriamo a destra su via Roma, fermandoci alla chiesa dedicata a San Francesco. Continuiamo su questa strada fino al bivio con via Marconi, giriamo a destra e arriviamo sul lungolago Zanardelli. Passiamo a fianco del porto, proseguiamo su via XXIV Maggio, che in seguito diviene via Rimembranza, costeggiamo il parco di Villa Feltrinelli e sempre sul lungolago arriviamo in località San Giacomo. Inizia adesso una salita molto panoramica che ci permette di sbucare in una piazzola di sosta a fianco della SS45 bis. Ci affacciamo dal muretto e ci godiamo il panorama sulla riva opposta del Lago di Garda, da Malcesine a Torri del Benaco sovrastati dalla mole del Monte Baldo, che presenta ancora qualche tratto innevato. Dobbiamo affrontare la galleria e per l’occasione ci siamo attrezzati con il giubbetto catarifrangente, le pile frontali e i faretti rossi. La galleria è lunga 655 metri ed è sufficientemente illuminata. Per nostra fortuna è ancora presto e non passano troppe macchine. Dopo un primo tratto in piano la galleria termina con un tratto in discesa disegnando una curva verso destra. Appena usciti dalla galleria ci fermiamo sulla destra dove c’è un altro punto panoramico. Rimontati in sella attraversiamo la SS45bis e imbocchiamo, in salita, la SP38 seguendo l’indicazione stradale per Tignale. Da Salò a qui abbiamo percorso 21,8 km superando un dislivello di 289 m. Proseguiamo sulla provinciale, passiamo una galleria scavata nella roccia lunga 70 metri e continuiamo in salita fino ad arrivare a Oldesio (440 m). Dalla galleria a qui abbiamo percorso 4,9 km superando un dislivello di 263 metri con una pendenza media del 5,3%. Proseguiamo sulla SP38 fino …continua su: http://gianolinibike.it/node/7273

View more external

Commenti

    You can or this trail