Tempo in movimento  3 ore 43 minuti

Tempo  4 ore 51 minuti

Coordinate 12182

Caricato 10 maggio 2020

Registrato maggio 2020

-
-
69 m
16 m
0
22
44
88,04 km

Visualizzato 14 volte, scaricato 0 volte

vicino a Baggiovara, Emilia-Romagna (Italia)

Bella pedalata di primavera nelle campagne della bassa Modenese.
Partendo da Baggiovara prendiamo Via del Monastero per girare poi a sinistra alla rotatoria, su Via Pietro Giardini.
Percorsi circa due chilometri e mezzo svoltiamo a destra su Strada Contrada, raggiungendo alla sua estremità la piccola località di Vaciglio. Qui attraversano la rotatoria prendiamo davanti a noi Via Gherbella, che percorriamo anch'essa per due chilometri e mezzo circa, prima di svoltare a sinistra su Strada Baccelliera.
Abbiamo raggiunto l'estremità Sud/Est di Modena, e giunti su Strada Vignolese svoltiamo a destra in direzione di San Damaso. Raggiunto anche questo paese della periferia di Modena, ne percorriamo la direttrice settentrionale: Strada Collegara. Giunti alla fine anche di quest'ultima svoltiamo a sinistra su Strada Grande. Raggiungiamo così la SS9 che imbocchiamo alla nostra destra, e in poche centinaia di metri oltrepassiamo il fiume Panaro sul ponte di Sant'Ambrogio.
Lasciamo la SS9 all'altezza di Bottega Nuova per svoltare a sinistra su Via Mavora, che ci conduce prima a Gaggio e poi a Nonantola.

Nonantola (Nunântla in dialetto modenese) è un comune italiano di 16 119 abitanti della provincia di Modena in Emilia-Romagna, situato a circa 10 chilometri da Modena in direzione di Ferrara, lungo la Strada Provinciale 255 "Nonantolana", fa parte dell'Unione del Sorbara.

Svoltiamo a destra su Via Provinciale Ovest in direzione del centro del paese e seguendo la nostra SP14 arriviamo a svoltare a destra su SP255 in direzione Est. Usciti da Nonantola la nostra strada diventa Via Larga e raggiunta Via Mislè giriamo a sinistra in direzione Nord, sulla strada della Partecipanza oppure anche chiamata la Via dal Bosc.
La nostra strada finisce sulla SP 1 che imbocchiamo alla nostra sinistra per raggiungere il paese di Ravarino, e dopo averlo attraversato su via Maestra raggiungiamo una sua piccola frazione: Rami.

Ravarino (Ravarèin in dialetto modenese) è un comune italiano di 6 191 abitanti della provincia di Modena in Emilia-Romagna, situato a nord-est del capoluogo. Fa parte dell'Unione del Sorbara.

Proprio nel centro di Rami prendiamo Via Vandini che inizia nel bel mezzo di una curva a sinistra. Percorsi poco più di tre chilometri arriviamo su Via Cantina, appena fuori da Bomporto. Attraversando il ponte sul Panaro siamo subito dentro al paese.

Bomporto (Bumpòrt in dialetto modenese) è un comune italiano di 10 195 abitanti della provincia di Modena in Emilia-Romagna, situato nella pianura padana a nord del capoluogo; è sede amministrativa dell'Unione del Sorbara.

Siamo su Via Ravarino Carpi in direzione Ovest, e percorsi circa tre chilometri abbiamo raggiunto anche Sorbara, patria di uno dei migliori vini della Provincia di Modena.

Sorbara (Surbèra in dialetto modenese) è una frazione di circa 3800 abitanti del comune di Bomporto, in provincia di Modena.

Si è sviluppata sulla Strada statale 12 dell'Abetone e del Brennero, a destra del fiume Secchia e dista 3 km dal capoluogo comunale e circa 17 km da Modena, capoluogo di provincia. La frazione di Sorbara sorge a 27 metri sul livello del mare.

Nel centro del paese si erge la Pieve matildica distrutta durante la battaglia di Sorbara e che la contessa Matilde di Canossa, secondo fonti storiche, fece ricostruire in segno di riconoscenza per la vittoria ottenuta nella battaglia di Sorbara del 2 luglio 1084, sulle truppe di Enrico IV. In occasione del terremoto che ha colpito il territorio corrispondente alla bassa modenese (20 e 29 maggio 2012), la Pieve ha subito danni strutturali ed è rimasta per anni non accessibile. Nel 2019 è stata riaperta dopo un lungo periodo di ristrutturazione.

Il giorno 19 gennaio 2014, la parte del territorio del paese confinante a sud con Bastiglia e a est con Bomporto è stata raggiunta dall'acqua proveniente dal fiume Secchia; fortunatamente, il centro abitato non è stato interessato da questo evento.

Famoso è il Lambrusco di Sorbara, vino DOC prodotto nelle cantine sorbaresi, al quale è dedicata una festa che si svolge solitamente nel secondo e terzo fine settimana di settembre, inaugurata nel 1976. Le sagre paesane sono: Sant'Agata, patrona di Sorbara, il 5 febbraio; la Madonna del Carmelo, il 16 luglio. Dal 2005 è stata inoltre istituita la Festa Matildica, il primo fine settimana di luglio, in onore di Matilde di Canossa.

Dal centro del paese scendiamo verso Sud su Via Verdeta e dopo tre cento metri giriamo a destra su Via Barbieri. Stiamo costeggiando il lato meridionale di Sorbara, e velocemente siamo sulla SS12 Via Nazionale che imbocchiamo alla nostra sinistra. Appena tre cento metri ancora e lasciamo anche quest'ultima per svoltare a destra di nuovo sulla Ravarino Carpi. Costeggiamo per un po il fiume alla nostra sinistra prima di attraversarlo su di un ponte che ci introduce a Sozzigalli.
Non entriamo in paese perché appena finisce la discesa del ponte facciamo una inversione a "U" su Via Canale. Seguendo questa strada raggiungiamo in ordine prima Cà Lunga e poi Secchia, dove svoltiamo a destra su Strada Morello, ottocento metri e giriamo a sinistra su Strada Villanova.

Attraversiamo l'omonima Località prima di svoltare a destra su Via Sant'Onofrio alla nostra destra. Raggiungiamo così anche Lesignana: frazionino confinante.
Siamo arrivati alla Strada Nazionale per Carpi Nord che attraversando ci permette di continuare a dirigerci verso Ovest su Strada Lesignana. Percorso circa un chilometro e mezzo dovremo svoltare a sinistra ad una rotatoria sempre in direzione Ovest su Strada Campogalliano.

Campogalliano (Campgajàn in dialetto carpigiano) è un comune italiano di 8 802 abitanti della provincia di Modena in Emilia-Romagna. Fa parte dei comuni dell'Unione delle Terre d'Argine. È situato ad ovest del capoluogo provinciale, con cui confina.
Siamo nella zona industriale del Paese di Campogalliano e svoltando a destra su Via del Lavoro arriviamo ad un altra rotonda, dalla quale usciremo alla seconda strada su SP13. Proseguiamo sempre diritto attraversando su di un ponte la A22 del Brennero, e la nostra strada diventa Via di Vittorio.
Usciamo da Campogalliano dal lato Occidentale del paese su Via San Martino, fino a svoltare a sinistra su Via Reggio o SP85.
In poco meno di tre chilometri arriviamo a Fontana poi con altri quattro raggiungiamo Rubiera.

Rubiera (Rubēra in dialetto reggiano e modenese) è un comune italiano di 14 856 abitanti della provincia di Reggio Emilia in Emilia-Romagna.

Situata nella pianura Padana, Rubiera sorge sulla sponda sinistra del fiume Secchia, a 12 km ad est di Reggio nell'Emilia, presso il confine con la provincia di Modena. A sud dell'abitato di Rubiera vi è la confluenza del torrente Tresinaro nel Secchia.

Il comune confina a nord con San Martino in Rio, ad est con Modena, a sud con Casalgrande e ad ovest con Reggio nell'Emilia. Il territorio comunale, oltre che dal capoluogo, è formato dalle frazioni di Fontana, San Faustino e Sant'Agata, per un totale di 25,31 chilometri quadrati.

Qui prenderemo la SS9 in direzione Est e tornare verso Modena, e dopo poche centinaia di metri svolteremo a sinistra su Via Marzaglia. Raggiunta la SP15 la attraverseremo per andare a percorrere Strada Nuova di Marzaglia,che dopo poco diventa Stradello Giarola che seguiremo fino alla sua estinzione su Strada Pomposiana, che imboccheremo alla nostra sinistra. La nostra via è diventata Strada San Donnino e dopo un chilometro svolteremo a destra su Strada Corletto Sud, e subito dopo di nuovo a sinistra su Via Borelle. Alla fine anche di questa strada siamo al limitare di Cognento, e svoltando a destra su Via Jacopo da Porto Sud ce lo lasceremo alle spalle. Percorsi due chilometri svolteremo a sinistra su Stradello Galassi, che abbandoneremo subito usciti dal sottopassaggio sotto la Modena-Sassuolo, per Stradello Riva.
Percorso un chilometro la nostra strada è tornata ad essere Via Jacopo da Porto Sud, e in un chilometro circa ci riporta nel centro di Baggiovara, punto di partenza e di Arrivo di questa bella pedalatona.
fotografia

Campagna

fotografia

Madonnina

fotografia

Fiume Panaro

fotografia

Torre dell’orologio Nonantola

fotografia

Paesaggi di campagna

fotografia

Località

fotografia

Pieve Matildica di Sant’Agata Sorbara

fotografia

Chiesa di Villanova

fotografia

Chiesa di Lesignana

Commenti

    Puoi o a questo percorso