Tempo  un giorno 6 ore 7 minuti

Coordinate 5654

Uploaded 18 aprile 2016

Recorded marzo 2016

-
-
1.647 m
40 m
0
40
79
158,7 km

Visto 1371 volte, scaricato 3 volte

vicino San Giovanni in Persiceto, Emilia-Romagna (Italia)

Una traversata appenninica nello spirito di
http://www.trentobike.org/Countries/Italy/Tour_Reports/Appennino.html
dove peraltro chi fosse interessato può trovare molte informazioni riguardo a questo e ad altri valichi dell'Appennino Tosco-Emiliano.
È l'undicesima volta che attraverso il Passo delle Radici, salendo stavolta via Vignola e Pavullo. Un bel percorso, anche se il mio preferito resta forse quello via Montefiorino. Come la maggior parte delle volte, ho fatto visita anche a San Pellegrino in Alpe, dove ho cenato da Pacetto e poi ho dormito in sacco a pelo sotto il portico del santuario, perché nel tradizionale "ostello", il portico della vecchia scuola, ci sono lavori in corso. L'edificio è stato infatti comprato da un privato che lo sta ristrutturando.
Da San Pellegrino, comunque, non sono sceso per la ripidissima via di Chiozza ma, tornato alle Radici, ho seguito tutta la statale, che tocca il Casone di Profecchia e Castiglione di Garfagnana. La continuazione verrà poi in una traccia che si occuperà del versante apuano.

View more external

Venendo in treno da nord è la stazione piú comoda per accedere alle valli modenesi.
Passando per Cavazzona e Piumazzo si arriva a Vignola praticamente senza trovare traffico, eccetto un breve tratto sulla Via Emilia - forse evitabile?
Ultimo paesone prima di Vignola.
Bella chiesetta in luogo tranquilla, appena fuori Vignola.
Bella chiesa in cima a una collina.
Prima di confluire nella SS12.
Su una bella sella proprio sotto il castello di Montecuccolo.
All'inizio della salita del Barigazzo. Per Strettara e Riolunato si svolta a destra.
Il punto dove si attraversa lo Scoltenna. Seguendo questa via ci si risparmia la salita del Barigazzo. Subito dopo c'è un tunnel lungo 1500 metri, assordante se passano camion.
Ai piedi del Cimone.
Virtuale inizio della salita alle Radici, anche se come sviluppo a questo punto il piú è fatto...
Ormai quasi un paese fantasma, con ruderi di vecchi skilift e case vuote.
Alla confluenza della strada da Piandelagotti, lo storico casone dell'Imbrancamento.
Uno dei modi piú interessanti di valicare questo tratto di Appennino. Vi si trova l'albergo-ristorante Lunardi, aperto tutto l'anno. Anche la strada del passo e la diramazione per San Pellegrino sono aperte tutto l'anno.
Il punto piú alto della traversata. Le rampe di accesso sono brevi ma ripidissime sia sul lato Radici che sul lato San Pellegrino. Pendenze valutabili intorno al 18.
Ora la stanno ristrutturando.
Paesino posto in posizione unica! Un balcone sulla Garfagnana, tutto stretto attorno al santuario dedicato ai santi Pellegrino e Bianco.
Base per la salita al Prado. VI sono anche alcuni impianti da sci, tuttora in funzione a differenza di molti altri sul lato emiliano.
Sasso Rosso è il paesino che si ha di fronte, sito sotto la Pania di Corfino.
Interessante frazione di Castiglione. I cartelli parlavano di un interessante organo, ma purtroppo la chiesa era chiusa.
Antico borgo fortificato, in bella posizione su un digradante versante sud.
Ultimo paese grosso prima del fondovalle.
Capoluogo della Garfagnana, e punto dove si raggiunge il fondovalle.

1 comment

You can or this trail