Coordinate 71

Uploaded 5 gennaio 2017

-
-
788 m
695 m
0
2,0
4,1
8,14 km

Visto 331 volte, scaricato 0 volte

vicino Mainardo, Campania (Italia)

Sul percorso vengono organizzate escursioni e passeggiate in primavera per la raccolta degli asparagi selvatici ed il riconoscimento delle erbe selvatiche commestibili e per l’estate inizio autunno la raccolta delle erbe aromatiche, delle more, bacche e frutti antichi Si entra subito a contatto con la natura, perché dopo poche centinaia di metri ci si addentra nella necropoli sannite,nel sito Comunitario, di grandissimo interesse naturalistico, storico, archeologico attestate all'IV° - VII° sec. a.C., Un sentiero antico che conduceva alla Città sannita di Cluvia sul Monte Chiodo con tombe a tumulo pertinenti a struttura in pietrame. (Le guerre sannitiche, il passaggio dei romani da Lucera a Cluvia, essi guerreggiarono nella terribile battaglia svoltasi lungo il torrente S. Spirito in località Spineto e monte Chiodo con l’abbattimento di Cluvia.Su Monte Chiodo alcuni studiosi hanno individuato, resti dell’antica Cluvia sannitica, citata da Tito Livio, importante centro strategico dove gli eserciti romani e sanniti avevano avuto sanguinosi scontri Chi transita in questi luoghi la sua visita assume ben presto le sembianze di una fuga circa breve dalla quotidianità incerta e frenetica, per abbandonarsi a un respiro lento e senza timori, con la serenità di aver raggiunto un angolo di quiete. Il percorso tutto in fuoristrada con manto stradale in erba e sterrato, lungo i crinali della dorsale appenninica con morbidi saliscendi, un territorio paesaggistico ideale per rilassarsi, esplorare e scoprire le meraviglie dei luoghi ambienti preziosi che ospitano un’elevata biodiversità. Un prezioso patrimonio naturale in un’oasi paesaggistica, popolata da fauna stanziale e migratoria lungo il torrente Santo Spirito. Più avanti campi coltivati a foraggere per gli animali, con i mille colori dei fiori di campo in primavera e svariate specie di orchidee e farfalle che svolazzano facendo compagnia l’ungo il sentiero l’escursionista. Gli altipiani e le vallate si popolano di mucche e pecore al pascolo e tutto un popolo di lavoratori si affaccenda su per i monti. Da sempre un territorio di pascolo per greggi e mandrie, interessati dalle emigrazioni stagionali di demanio dove anticamente era praticata la transumanza dei greggi e armenti e per il pascolo, si pagava una - fida - per capo di bestiame - Sul tratto intramontabili formaggi, pecorino, caciocavallo, ricotta (DOP); presso molte aziende lungo il percorso si può assistere alla sua lavorazione e acquistare i prodotti. Il percorso di rara spettacolarità ad anello inizia e termina alla Masseria Sant’Elia. Ricerche e testo a cura di Giuseppe Masseria Sant’Elia. Per info e prenotazioni: -333.7737555;[email protected] - www.agrisantelia.it -.https://www.facebook.com/masseriasantelia.oasi - http://twitter.com/MasseriaS

1 comment

  • Foto di Oasi Masseria Sant'Elia (eco agriturismo)

    Oasi Masseria Sant'Elia (eco agriturismo) 4-mar-2017

    Durante l'escursione in un ambiente al naturale, tra tanto verde, tranquillità, paesaggio, abbiamo raccolto gli asparagi selvatici e di rientro all'agriturismo, abbiamo preparato e cucinato un gustoso piatto a base di asparagi; fusilli fatti in casa conditi con asparagi, guanciale stagionato, olio Ravece e aromi vari, una gustosa frittata con asparagi, uova, salsiccia stagionata, peperoni secchi ed aromi, sorseggiando un buon bicchiere di vino aglianico. . https://it.wikiloc.com/percorsi-outdoor/tratturello-eco-naturalistico-la-via-delle-erbe-asparagi-more-e-bacche-tra-necropoli-sannite-m-te-c-16009978#wp-16009988/photo-10033412

You can or this trail