Tempo  un'ora 24 minuti

Coordinate 419

Caricato 21 febbraio 2015

Recorded febbraio 2015

-
-
485 m
400 m
0
1,1
2,1
4,28 km

Visto 1483 volte, scaricato 12 volte

vicino Baitoni, Trentino - Alto Adige (Italia)

BAITONI (TN)- SAN GIACOMO(Ponte Caffaro BS)
Baitoni spiaggia e attracco del battello
Parcheggio
Capanna
Fiume Chiese
Fiune Caffaro
Ostello vicino al porto
Bar al porto
Bar trattoria al Lago qui si parte per salire alla chiesa San Giacomo
San Giacomo

1 comment

  • Foto di maurizio zen

    maurizio zen 3-mar-2015

    La partenza di questo percorso, adatto ad adulti e bambini, è il Porto Camarelle a Baitoni (Bondone di Trento). Lasciata l’auto presso il comodo parcheggio, seguiamo la segnaletica che ci indica la Riserva naturale Canneto di Idro (Biotopo Lago d’Idro).
    Tale riserva fu istituita nel 1994 dalla Provincia autonoma di Trento ed è un habitat ideale per numerose specie vegetali e animali, sono presenti infatti piante acquatiche rare e avifauna acquatica e migratoria.
    Al fine di favorire l’osservazione della complessità del Biotopo sono state installate passerelle in legno e idonee barriere per evitare di disturbare l’avifauna presente e contemporaneamente osservarne da vicino i comportamenti; è presente anche una torretta di osservazione con possibilità di noleggiare il binocolo presso il punto informazioni poco più avanti (aperto solo nella stagione favorevole).
    Continuiamo a seguire il sentiero che attraversa il Biotopo mantenendoci sempre in direzione del Lago fino a raggiungere il punto di intersezione tra il Fiume Chiese (proveniente dalle valli Giudicarie) e il Fiume Caffaro (proveniente dalla Valle del Caffaro) entrambi immissari del Lago d’Idro.
    Attraversiamo quindi due ponticelli di recente ricostruzione e dopo circa 1,5 km raggiungiamo il nuovo Ostello di Ponte Caffaro nei pressi del porto dove attracca il battello, possibile punto di pernottamento.
    Proseguiamo sempre lungo la sponda del lago incontrando dapprima un chiosco, utile per una sosta ristorativa. Proseguendo per altri 800 m si arriva nei pressi di un ristorante vicino al quale è presente anche una zona pic-nic con servizi igienici pubblici.
    Ci dirigiamo quindi in direzione Borgo san Giacomo imboccando una leggera salita soprannominata “Via Crucis”, lungo la quale si incontrano raffigurazioni religiose intagliate nel legno.
    Raggiungiamo infine Borgo San Giacomo, meta di questa escursione.
    Questo borgo risale al IX secolo e conserva tuttora l’antica chiesa Dedicata a S. Giacomo, protettore dei pellegrini. Tale edificio comprendeva un tempo anche un ostello per ospitare i viandanti ed era gestito dai frati benedettini che insegnarono agli abitanti del luogo a coltivare e bonificare la paludosa Pian d'Oneda.
    Si possono qui osservare gli affreschi caratteristici dell’epoca.
    Nella stagione estiva è possibile effettuare visite guidate al Borgo e sperimentare la lavorazione del legno sotto la guida degli artigiani della scuola del legno qui presente (www.legnoidentita.it – info@legnoidentita.it).

You can or this trail