Tempo  un'ora 17 minuti

Coordinate 546

Caricato 15 giugno 2019

Recorded giugno 2019

-
-
954 m
900 m
0
1,1
2,2
4,38 km

Visto 53 volte, scaricato 1 volte

vicino Villa Alta, Friuli Venezia Giulia (Italia)

Parcheggiata la macchina in prossimità dell'albergo ristorante Edelweiss, facciamoci una bella passeggiata attorno ai due laghi di Fusine. Nessuna difficoltà tecnica, se non che soprattutto il giro attorno al lago superiore presenta spesso un fondo irregolare, a causa delle radici affioranti degli alberi.
estratto da it.wikipedia.org
I laghi, di origine glaciale, sono collocati in un anfiteatro calcareo creato dalla dorsale del Picco di Mezzodì del Monte Mangart. La valle, che corre parallela al confine italo-sloveno e non lontano da quello italo-austriaco, dal 1971 è un'area protetta, con il nome di Parco naturale dei Laghi di Fusine.
Il Lago Superiore si trova a 929 m s.l.m., ha una profondità massima di 10 m ed una superficie di 9 ha; il lago inferiore si trova a 924 m s.l.m., ha una profondità massima di 25 m ed una superficie di 13,5 ha. Nelle vicinanze del lago inferiore si trovano anche altri due minuscoli specchi d'acqua, chiamati laghi piccoli. Il lago Superiore alimenta il lago Inferiore per via sotterranea e quest'ultimo alimenta l'emissario di entrambi i laghi.
In inverno, la zona dei laghi di Fusine è uno dei posti più freddi di tutta la regione Friuli Venezia Giulia, e spesso vi si registrano le temperature minime d'Italia insieme al Cansiglio (al secondo, terzo e quarto posto si collocano rispettivamente le Melette di Gallio e di Foza sull'Altopiano di Asiago, la Valle di Landro tra Dobbiaco e Cortina d'Ampezzo e l'altopiano di Livigno).
A partire dall'anno 2009 si sta approntando una stazione meteorologica ad alta tecnologia per studiare con maggiore profondità il microclima della zona. Risulta essere molto fredda la parte iniziale del lago inferiore ed anche Alpe Tamer posta sotto il Mangart, che secondo rilevamenti non ufficiali il 6 gennaio 1985 ha raggiunto i -34 °C.
I fattori principali che generano queste temperature sono il sottosuolo carsico e la scarsa illuminazione invernale. Per i fatti sopra menzionati infatti in inverno i laghi sono ghiacciati da inizio dicembre fino a marzo in annate normali.

Estratto da www.turismofvg.it
La conca dei laghi di Fusine è uno dei luoghi più affascinanti della regione.
I laghi di origine glaciale, collegati tra loro da facili sentieri, sono ben inseriti all'interno di un fitto bosco di abete rosso e posti alla base della catena montuosa del Gruppo del monte Mangart.
L'ambiente, dove vivono tanti animali e piante tipiche, si trasforma a seconda delle stagioni: la natura mostra le sue infinite gamme di colore dipingendo il bosco e i laghi con sfumature uniche e rendendo ancora più magico questo sito.
Dai laghi di Fusine si possono intraprendere escursioni di diversa lunghezza. Oltre al classico giro dei due laghi, collegati da comodi sentieri, si segnala la possibilità di raggiungere il rifugio Zacchi.

Commenti

    You can or this trail