Tempo  3 ore 32 minuti

Coordinate 435

Caricato 13 ottobre 2017

Recorded settembre 2017

-
-
610 m
508 m
0
1,0
2,0
3,94 km

Visto 160 volte, scaricato 5 volte

vicino Caltagirone, Sicilia (Italia)

|
Mostra l'originale
... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ...
ITINERARIO
Enna | Grottacalda | Piazza Armerina | San Michele di Ganzaria | Caltagirone [37.235202, 14.511127]

Dopo aver visto i mosaici della Villa Romana del Casale andammo a conoscere Caltagirone -Cartaggiruni, Caltagiruni o Cattaggiruni in siciliano-. Caltagirone è un comune in provincia di Catania. Ha più di trentaseimila abitanti e si trova a circa 63 chilometri da Enna proveniente da San Michele di Ganzaria. È famoso per la sua tradizione di ceramiche secolari. Dopo il terremoto del 1693, Caltagirone, a differenza di altre città siciliane, fu ricostruita sulla stessa struttura urbana. È un sito patrimonio dell'umanità insieme alle cosiddette città tardo barocche del Val di Noto.

La strada scorre attraverso un paesaggio di dolci colline bruciate dal sole e in alcuni punti bruciate - questo è letterale - perché non sappiamo quali interessi oscuri. Ci sono verdi colline con piantagioni allineate, che, da vicino, possiamo vedere che si tratta di fichi d'india: il "fico d'India", che in questa zona è coltivato e consumato come frutto, bevanda medicinale e aperitivo; il famoso liquore Ficodi del paese di Gagliano Castelferrato.

Caltagirone
Quando il sole è più punitivo, arriviamo da SS117bis a Caltagirone. Caos. Questa è la prima impressione. Abbiamo cercato di avvicinarci al parchimetro ma molti rifiuti ancora non raccolti rendono difficile per noi. Vediamo un parcheggio [0,0 km] nelle vicinanze e abbiamo deciso di lasciare la nostra macchina lì.

Iniziamo il tour su Via Canaletto e via Via Iudeca giriamo a destra in Via Montalto per finire in Via Roma, vicino alla chiesa di S. Aghata [0,4 km] e al Museo Luigi Sturzo [0,4 km]. Questo museo ha sezioni specifiche su Archeologia e Storia e una galleria di autori siciliani, dal XVI secolo ad oggi. Precedentemente l'edificio fungeva da carcere borbonico dove i detenuti subivano i rigori dell'estate per essere installati nei bassi durante i mesi più caldi, e il freddo e l'umidità delle loro ossa venivano portati al piano seminterrato in inverno.

Arrivo a Piazza Umberto I [0,4 km]. In questa stessa piazza troviamo la Cattedrale di San Giuliano, di origine normanna sebbene, come molti altri edifici, ricostruita dopo il terremoto del 1693. Di questo edificio possiamo solo evidenziare la cupola coperta, ovviamente, con la ceramica. L'edificio del Monte delle Prestanze, sede del Banco de Sicilia, si trova vicino alla cattedrale; il Tribunale Capitaniale, attuale Consiglio Comunale; e il vecchio Palazzo Senatorio, ora una sala espositiva. Dietro il municipio si trova la chiesa di Gesù, del 1570 e la scuola dei Gesuiti.

Una traversa di Piazza di Umberto I è il Corso di Amadeo di Savoia, da cui possiamo già vedere la Scala Santa Maria del Monte [0,6 km]. Questa scala fu creata per collegare il centro storico con la parte bassa della città. Ogni passo è unico in quanto hanno una ceramica illuminata con diversi motivi.

In cima alle scale si trova la chiesa di Santa Maria del Monte [1,3 km]. Al suo interno conserva un dipinto del XIII secolo raffigurante la vergine di Coenadomini, immagini del XV secolo e vicino alla sacrestia un presepe con luce e suono. Il campanile -visibile- offre un'ampia vista panoramica della città e dei suoi dintorni.

Torniamo giù per le scale, fino alla Piazza di Umberto I e proseguiamo lungo Via Gesualdo Clementi e Via San Pietro, con la chiesa di San Pietro [1,9 km] e la sua facciata in ceramica con rilievo diamantato. La porta, ricoperta di pannelli di bronzo che rappresentano episodi della vita di San Pedro, è opera di Gaetano Angelico.

Siamo andati in Via Roma, che in questo momento del pomeriggio mostra un fiume di rumore e traffico. Andiamo al "Monumento ai caduti" [2.3 km], di fronte al Museo Regionale della Ceramica. Torniamo a sinistra e percorriamo Via Vittorio Emanuele fino al Giardino Pubblico Villa Caltagirone [2,7 km], dove possiamo passeggiare o riposare all'ombra degli alberi frondosi. Con il calare del sole siamo tornati alla macchina, passando accanto alla parrocchia di San Francesco di Paola, Ponte San Francesco [3,5 km], Chiesa di Santa Aghata, Via Montalto, Via Iudeca, Via Canaletto e, infine, abbiamo raggiunto il parcheggio.

La luce gialla dei lampioni illumina già le strade animate quando raggiungiamo Enna. Cinque minuti distesi sul letto dell'hotel e, già recuperati, siamo usciti per partecipare alla vita notturna della città. Mentre il corpo tiene ...

PASSO PER PASSO | WAYPOINTS
[0.0 km] Parcheggio | PARCHEGGIO
[0,4 km] Santa Aghata | SANTA AGHATA
[0.4 km] Musei Civici Luigi Sturzo, Via Roma 10 | MUSEO
[0,4 km] Piazza Umberto I. Cattedrale di San Giulano | PIAZZA UMBERTO I
[0.6 km] Scala Santa Maria SS. del Monte | SCALA
[1,3 km] Chiesa di Santa Maria del Monte | SM DEL MONTE
[1,9 km] Chiesa di San Pietro | SAN PIETRO
[2,3 km] Monumento a Caduti | AI CADUTI
[2.7 km] Giardino pubblico | GIARDINO
[3,5 km] Ponte | PONTE
WR Museo di arte contemporanea | MUSEO
WR San Giorgio | SAN GIORGIO
... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ...
NOTE
L'attuale Sicilia, Trinacria in latino o Sikelia, come la chiamavano gli antichi greci, è una regione insulare italiana, separata dalla Calabria, nella Repubblica continentale italiana, dai tre chilometri dello Stretto di Messina.

Di Trinacria è anche noto il simbolo delle tre gambe che su uno sfondo rosso e giallo sembra la bandiera siciliana.

La capitale della regione è Palermo, a nord dell'isola; e come città importante dobbiamo citare Catania, a sud; entrambi con aeroporto internazionale.

La Sicilia si trova in un'area ad alto rischio sismico. Il suo sollievo è, in generale, montuoso. L'Etna si distingue, vulcano attivo, con 3323 metri sul livello del mare.

Tra i personaggi siciliani più noti sono: Luigi Pirandello, Salvatore Quasimodo, Leonardo Sciascia e Giuseppe Tomasi di Lampedusa, scrittori; Alessandro Scarlatti e Vincenzo Bellini, compositori; Frank Capra, regista. Di origine siciliana sono: Frank Zappa, Frank Sinatra, Martin Scorsese, Al Pacino, Liza Minnelli, Chick Corea e Stefani Joanne Angelina Germanotta, meglio conosciuta come Lady Gaga ...

Gratuito: l'ingresso a musei, monumenti, parchi e scavi archeologici è gratuito la prima domenica di ogni mese, grazie al Ministero della Cultura e del Turismo italiano . Inoltre, in altri luoghi come il Tatro greco di Taormina, se il giorno della tua visita coincide con il tuo compleanno, ti permettono anche l'accesso gratuito.
... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ...
parcheggio

0.0 PARCHEGGIO

Saliendo del aparcamiento vamos subiendo por el entramado de calles
Religinė architektūra

0.4 SANTA AGHATA

Salimos a Via Roma pasando junto a la iglesia de Santa Aghata
|
Mostra l'originale
Museo

0.4 MUSEO

Passammo proprio accanto al Museo di Storia e Archeologia Luigi Sturzo
|
Mostra l'originale
Religinė architektūra

0.4 PIAZZA UMBERTO I

Nella piazza di Umberto I si evidenzia la cupola bluastra del Duomo di San Giuliano
|
Mostra l'originale
Waypoint

0.6 SCALA

Lasciando la piazza di Umberto I attraverso una delle sue strade, appare la famosa Scala di Santa Maria del Monte
|
Mostra l'originale
panoramica

1.3 SM DEL MONTE

In cima alla scalinata si trova la chiesa di Santa María del Monte, abbiamo anche un'ampia vista su Caltagirone e la regione dei Monti Iblei
Religinė architektūra

1.9 SAN PIETRO

Vamos hasta la iglesia de San Pietro, en la calle homónima
|
Mostra l'originale
Waypoint

2.3 AI CADUTI

Monumento ai caduti nella guerra del 1915-1918; in via Roma 173. Inaugurato dal re Vittorio Emanuele III nel 1930. La scultura è opera di Antonio Ugo, scultore manierista nato a Palermo
|
Mostra l'originale
albero

2.7 GIARDINO

Il Giardino Civico di Caltagirone è vicino al Monumento ai Caduti, un'oasi di pace lontana dai rumori di Via Roma
Waypoint

3.5 PUENTE

Del Giardino regresamos a por el coche
|
Mostra l'originale
Museo

WR MUSEO

Waypoint di riferimento: Museum of Contemporary Art. In Via Luigi Sturzo 197, c'è l'antico Ospedale delle Donne, ora sede della GALLERIA CIVICA D'ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA. Ospita opere di noti ceramisti: Giani Ballarò, Andrea Parini, Luigi Pero e Francesco Cusumano, Ettore Consolazione e altri. Inoltre, questo centro ha una videoteca, un archivio documentario e fotografico e una biblioteca. L'ammissione è gratuita
|
Mostra l'originale
Religinė architektūra

WR SAN GIORGIO

Punto di riferimento: in Via Sturzo, vicino al Museo di Arte Contemporanea, si trova la chiesa di San Giorgio, del 1032 che conserva il suo campanile e il suo portico gotico. All'interno troviamo il più importante dipinto fiammingo della Sicilia: il "Mistero della Redenzione", un tavolo attribuito al pittore Rogier Van Der Weyden, realizzato nel XV secolo

Commenti

    You can or this trail