-
-
1.076 m
64 m
0
5,5
11
21,97 km

Visto 45 volte, scaricato 0 volte

vicino Spedaletto, Toscana (Italia)

Spedaletto-Pistoia 22Km fino alla Chiesa di San Bartolomeo in Pantano, 22 km (6 ore). Questa è una gran bella tappa e sono assenti salite di rilievo. Un particolare molto importante, da non sottovalutare, è la necessità di avere una buona scorta di acqua e sufficienti scorte alimentari, in quanto sono assenti lungo la prima parte del percorso fontane e negozi in cui fare rifornimenti (la prima fontana disponibile si trova a circa 11 km, presso il piccolo e accogliente borgo di Baggio). La tappa inizia dalla bellissima Chiesa di Spedaletto dedicata a San Bartolomeo. Da qui, andando verso il cimitero vecchio, si attraversa, tramite una passerella, il torrente Limentra e, costeggiato l’antico cimitero, ci ritroviamo a camminare lungo la strada SS64 (si raccomanda di fare molta attenzione!!). Dopo circa 700 metri svoltiamo a sinistra dove si apre una strada bellissima in una atmosfera rilassante. Il largo sentiero, mantenuto fra l’altro molto bene, si snoda seguendo il percorso del torrente Limentra di Sambuca (chiamato anche Limentra occidentale o Limentra superiore) per circa 5 km, attraversando un bosco di faggi, castagni e abeti. Arriviamo, quindi, all’incrocio di una strada asfaltata dove sulla sinistra, a poco meno di un km, si trova il rudere dell’antico monastero di Badia a Taona e, nelle vicinanze, la rinomata tenuta forestale dell’Acquerino http://www.comune.sambuca.pt.it/index.php?option=com_content&view=article&id=183&Itemid=245 . A questo punto il nostro percorso svolta verso destra e, dopo meno 1,2 km, oltrepassato uno slargo chiamato il “Poggione”, pieghiamo a sinistra e imbocchiamo il sentiero CAI 206 o "via Baiana", strada caratterizzata da antichi selciati. Dopo circa 5 km, giungiamo nel borgo di Baggio, piccolo e accogliente centro dove la chiesa di San Michele Arcangelo merita una visita https://www.diocesipistoia.it/parrocchia-baggio/ in cui è possibile visitare anche il grazioso “Museo del carbonaio” http://lavocedellamontagna.it/2017/04/baggio-museo-carbonaio-pezzo-storia-montagna-pistoiese/ . Continuando la nostra camminata verso Pistoia troviamo la località di Mengarone. Notiamo che la vegetazione è totalmente cambiata: passiamo attraverso uliveti, alberi da frutta e perfino piante di fichi d’India. Qui svoltiamo sulla sinistra attraversando un abitato dove un tempo c’era un operoso mulino . Entriamo in una strada sterrata ben tenuta e ombreggiata fino ad imboccare una strada asfaltata e raramente transitata .Dopo aver percorso circa 800 metri in leggera salita ci troviamo nel borgo di Lupicciano e già possiamo ammirare in lontananza la maestosa antica Pieve di San Giovanni in Valdibure https://artplace.io/discover/2125/pieve+di+s.+giovanni+a+valdibure+ . Dopo una sosta obbligata alla bellissima Chiesa, detta anche di Montecuccoli, proseguiamo attraverso strette strade immerse in coltivazioni di ulivi. Passiamo Candeglia e Sant’Alessio per arrivare in via Porta San Marco ……dopo aver attraversato la bella piazza San Lorenzo …. giungiamo alla nostra meta: il Cammino ci ha guidato davanti alla maestosa e bellissima Chiesa di San Bartolomeo

Commenti

    You can or this trail