Tempo in movimento  un'ora

Tempo  un'ora 29 minuti

Coordinate 987

Uploaded 10 dicembre 2018

Recorded dicembre 2018

-
-
895 m
424 m
0
1,5
3,0
6,04 km

Visto 16 volte, scaricato 0 volte

vicino Cireglio, Toscana (Italia)

Giro vicino alla città di Pistoia, in poco meno di venti minuti si arriva a Cireglio (sulla statale 66) dove possiamo parcheggiare imboccando a dx via di Ciriceto di fronte al ristorante La via dell'orto. Primo tratto di asfalto in buona pendenza. Seguiamo le indicazioni bianco rosse della sentieristica Cai, fino al termine della strada asfaltata. Proseguiamo su una carrareccia panoramica che corre parallela, ma ben più in alto, alla statale 66. Arriviamo ad un bivio con segnaletica ben visibile. Teniamo la dx e continuiamo a salire. Al ritorno arriveremo dallo stradello che ora rimane sulla nostra sx. Il fondo è cementato. Al bivo successivo ho fatto una deviazione a dx per far visita all'Oratorio di San Bernardino e alla fonte d'acqua. L'attuale costruzione è stata fatta interamente dai paesani e dai pellegrini nel secolo scorso. Un’ antica tradizione vuole che S. Bernardino da Siena nell’anno 1437 si fosse ritirato in solitudine ed in penitenza in questi boschi e che lì avesse fatto sgorgare la sorgente d’ acqua, per il resto si cibava di quello che trovava o che gli veniva dato per carità. La tradizione vuole che benedicesse altresì una campana che esiste ancora oggi al Castello di Cireglio, la quale veniva suonata per far cessare i temporali. I pellegrini portavano i loro figli alla fontanella benedetta accanto all'oratorio e gli bagnavano la testa perché come si diceva allora –“S.Bernardino te la tenga a posto”.
Dopo questa parentesi storica, sono tornato sui miei passi e arrivato di nuovo al bivio precedente, ho curvato a dx, in salita. Superata una casa (sulla nostra sinistra), la strada spiana. Poche centinaia di metri dopo al bivio a sx in salita (indicazioni Sasso di Cireglio). Costeggiamo degli orti dove ho incontrato due simpaticissimi ciuchini. Teniamo la sx e in pochi minuti siamo al Sasso di Cireglio. Poco oltre arriviamo alla Croce del Sasso. La sua posa risale al 1947. Fu costruita con il ferro raccolto tra le macerie dell'antica chiesa di Cireglio, andata distrutta nella seconda guerra mondiale. E' il punto più alto 830 m.s.l.m. Difatti solo per il panorama che si gode da questo punto di osservazione merita fare la passeggiata. La vista spazia da Firenze a Prato alla Lucchesia. Proseguiamo in pari. Lo stradello piega sulla sinistra scendendo velocemente con diversi tornanti fino ad arrivare al bivio con il sentiero CAI 00. Teniamo la sx in discesa fino ad arrivare il località Metatino. Curviamo a sx, come da indicazioni e ci ritroviamo al bivio inizialmente citato. Andiamo a dx. La discesa è piacevole e in pochi minuti arriviamo al parcheggio.
Purtroppo anche quest'anno in Dicembre!! ho incontrato diverse farfalle. Belle, sì, ma decisamente fuori stagione. Speriamo in bene.
E come sempre, dopo avervi augurato una buona passeggiata, vi ricordo: meglio un'ora nella natura che dieci in palestra.

Commenti

    You can or this trail