Tempo  6 ore 33 minuti

Coordinate 1096

Uploaded 8 ottobre 2014

Recorded settembre 2014

-
-
1.853 m
1.267 m
0
2,7
5,4
10,82 km

Visto 1767 volte, scaricato 13 volte

vicino San Domenico, Piemonte (Italia)

Per raggiungere l'Alpe Veglia, occorre da Milano, percorrere l'autostrada per Varese poi proseguire fino a Verbania e per la superstrada nell'Ossola - strada del Sempione - arrivati a Varzo (VCO - Verbano Cusio Ossola), svoltare nel paese, cartelli segnaletici, con strada tortuosa salire alla frazione di San Domenico, piccola località turistica, sopratutto invernale.
Attorno a San Domenico possibilità di parcheggio. Però partendo da qui bisogna abbassarsi per qualche chilometro sul fondo valle per strada asfaltato fino alla località Pontecampo dove finisce l'asfalto. Lì esiste un apposita area di parcheggio a pagamento, molto modesto. Conviene partire da lì guadagnando poco più di mezz'ora, ed evitando di camminare lungo la strada asfaltata.
Segnaletica e cartelli indicano subito il sentiero, il quale guadagna un tratto sostenuto intersecando poi la mulattiera cementata. La si segue con alcune svolte si eleva sul versante per arrivare alla Cappella del Groppallo. La Cappella segna il punto di visione sulla sottostante vallata e la stradina che si insinua nella Gola della Cairasca dal nome del torrente che scorre sul fondo.
Essendoci elevati si continua sopra la gola sulla sinistra quasi in piano fino a raggiungere la dolce terrazza dell'Alpe Veglia prima nascosta da larici. Qui la strada bianca si biforca, cartelli segnaletici indicano le diverse località dell'alpe prendendo a destra si giunge ben presto al Rifugio Città di Arona, 1750 m. Da qui è possibile effettuare diversi itinerari. Si può fare il giro di tutta la piana, portandosi in direzione ovest si passa a lato di alcune abitazioni montane ormai destinate ad attività turistica. Ora seguendo le evidenti indicazioni si risale dolcemente in una splendida zona di vegetazione alpina a raggiungere dei piccoli e bellissimi laghetti già dai nomi significativi prima il Laghetto delle Fate e poco oltre il Laghetto delle Streghe, 1828 m. volendo proseguire il sentiero riporta sulla piana attraversando le abitazioni di Aione. Poi la pianeggiante strada bianca percorre attraversandola tutta l'alpe in direzione Sud per ricongiungersi alla strada di salita. Da qui in discesa al fondo valle per lo stesso percorso di salita.
Difficoltà: facile escursione
Tempo: 1,30 ore; 2 in salita da Pontecampo
Dislivello: 540 circa complessivi

Commenti

    You can or this trail