Tempo  3 ore 4 minuti

Coordinate 1166

Uploaded 10 febbraio 2018

Recorded febbraio 2018

-
-
29 m
1 m
0
3,5
6,9
13,87 km

Visto 114 volte, scaricato 2 volte

vicino Bomporto, Emilia-Romagna (Italia)

Lunga passeggiata lungo le due rive del Panaro, con partenza dal paese di Bomporto. Si parcheggia in paese nel parcheggio a ridosso del torrente Naviglio. Proprio in paese confluisce nel fiume Panaro, circa all'altezza del nuovo ponte della SP che è stato costruito nel 2017. Oltrepassato il ponte prendiamo a sx il lungo fiume (destra orografica) per circa 6km fino al ponte in prossimità di Solara. Il rientro è sul versante opposto. Su entrambi i lati vennero costruite belle ville che utilizzavano il corso del fiume per trasporti e collegamenti commerciali, tipo Villa Cavazza, Villa Reggiani, Villa Bruini e La Carandina, dimora di campagna della modenese famiglia Carandini. Bellissima e la Villa Cavazza, ora in grande ristrutturazione, che organizza visite guidate e offre la possibilità di ospitare eventi, quali matrimoni.
Estratto da it.wikipedia.org
Il Panàro (Panèr o Panèra in modenese) è un fiume dell'Emilia-Romagna, ultimo affluente di destra e in assoluto del fiume Po (se si eccettua il Cavo Napoleonico che in realtà è un affluente artificiale solo per brevissimi periodi in occasione delle maggiori piene del Reno).
Per lunghezza totale è il terzo affluente di destra del Po dopo Tanaro e Secchia, per portata invece il quarto preceduto da questi ultimi e dalla Trebbia. Il suo bacino è ampio (2.292 km²).
Il fiume trae le sue origini dall'Appennino settentrionale, nella porzione modenese (che ne costituisce la sezione più elevata), da un vasto (50 km) e complesso ventaglio di fiumi e torrenti che scendono in prevalenza dallo spartiacque appenninico compreso fra il bolognese massiccio del Corno alle Scale (1.945 m s.l.m.) ed il modenese Monte Spicchio (1.599 m s.l.m.), spartiacque che scende, invero di poco e per breve tratto, sotto i 1.500 m unicamente nel punto in cui è attraversato dal Passo dell'Abetone (1.388 m s.l.m.).
Da ciò risulta dunque che le sorgenti di molti di questi rii e torrenti sono poste a quote superiori ai 1.500 m di altitudine, altezza ragguardevole per un fiume appenninico.
Il corso del Panaro propriamente detto ha una lunghezza di 115 km ed inizia a partire dalla confluenza di due rami sorgentizi denominati, rispettivamente, Scoltenna (il più lungo) e Leo.
Includendo però nel computo della lunghezza il ramo sorgentizio sinistro dello Scoltenna (che a sua volta include la sorgente più lontana del Rio delle Tagliole, sul Monte Rondinaio nei pressi del valico della Foce a Giovo) la lunghezza totale del fiume raggiunge i 148 km.

Commenti

    You can or this trail