-
-
14 m
4 m
0
7,1
14
28,53 km

Visto 286 volte, scaricato 11 volte

vicino Ban Hua Ro, จังหวัดพระนครศรีอยุธยา (ไทย)

Cycling in Ayutthaya Historical Park - Parco storico di Ayutthaya in bici

Ayutthaya è una vivace cittadina a 80 km a nord di Bangkok.
Ci si arriva tranquillamente in un paio d'ore di macchina o con un più lento trenino, ed è di solito meta di escursioni con andata e ritorno in giornata per visitare il suo stupendo parco storico.
Ayutthaya è stata infatti per oltre 400 anni la capitale del regno del Siam e le rovine che sorgono sull'isola artificiale posta al centro della città, con un fossato scavato dalle acque del fiume Chao Phraya sono oggi un sito riconosciuto come partimonio dell'umanità dall'Unesco.

Il modo migliore per visitare l'intera area è sicuramente quello di girarlo in bici.
Sono molte le agenzie che le noleggiano e quasi tutte le guesthouse e gli hotel sono attrezzate di bici a disposizione dei loro clienti.

Noi siamo arrivati la sera prima in treno, ci siamo rilassati per le strade del night market e oggi possiamo quindi iniziare presto il nostro giro per godere della prima luce del mattino, di temperature più miti e di maggiore tranquillità prima dell'arrivo dei gruppi più numerosi.

Girare per il parco, tra i suoi canali e ponti e ponti, nella tranquillità della natura, lontani dalle traffico e dal rumore è fantastico ed è bello tornare bambini e sentirsi un po Indiana Jones a tratti.

Giriamo i principali templi all'interno del parco, Wat Lokayasutharam e il suo imponente Buddha sdraiato, Wat Phra Si Sanphet e le sue 3 svettanti guglie, Wat Maha That con la sua testa del Buddha incastonata nelle radici dell'albero sacro, lo splendido Wat Ratchaburana in stile Cambogiano perfettamente conservato che offre la possibilità di salirci e di entrare al suo interno, fino ad esplorarne le claustrofobiche camere poste nelle sue viscere.

L'unica "attrazione" da evitare è sicuramente quella dell'Ayutthaya Elephant Palace. CI passiamo davanti attirati dalle sagome degli elefanti viste in lontananza e lo spettacolo che scorgiamo dall'esterno è davvero triste e pietoso, elefantini in gonnella costretti a danzare e animali più grandi ridotti a trasportare grassi turisti su portantine di ferro.
Pensavo che questo tipo di sfruttamento degli animali selvaggi fosse una cosa ormai superata, che ci fosse maggiore consapevolezza e attenzione ed è una gran delusione vedere che non è così.
Non incoraggiate queste "attrazioni"pagando il biglietto o facendovi trasportare, ci sono modi migliori per entrare in contatto con questi splendidi animali, come i centri di recupero e reinserimento.

Usciamo dalla cittadella e ci dirigiamo verso chao phrom market per mangiare qualcosa.

Da qui arrivare al Wat Phanan Choeng, posto sulla sponda esterna è una piccola impresa che richiede poca strada ma molta attenzione, si tratta infatti attraversare il fiume superando uno svincolo molto trafficato.

Ne vale sicuramente la pena perchè il tempio gode di grande venerazione da parte dei locali e non è difficile capirne il motivo una volta entrati, trovandosi al cospetto di un Buddha dorato di 20 metri.

Attraversiamo un'altra volta il fiume, salendo i gradini del cavalcavia con le bici in spalla, per proseguire in una piacevole pedalata nei tranquilli sobborghi meridionali della città che ci porta all'ultimo tempio, uno dei più antichi e più belli della Thailandia, il Wat Chaiwatthanaram, perfettamente conservato.

E' quasi il tramonto, e noi stanchi, sudati ma soddisfatti possiamo andare a farci una bella doccia in camera.

Un giretto semplice e alla portata di tutti, in uno scenario da favola.

View more external

2 commenti

  • Foto di gbal

    gbal 6-gen-2018

    Sicuramente un posto fuori dal solito.
    Bella esperienza!

  • Foto di Will76

    Will76 8-gen-2018

    Un posto magico, da visitare almeno una volta nella vita

You can or this trail