• Foto di 13) Sofia - Plovdiv 28-GIU-14
  • Foto di 13) Sofia - Plovdiv 28-GIU-14
  • Foto di 13) Sofia - Plovdiv 28-GIU-14
  • Foto di 13) Sofia - Plovdiv 28-GIU-14
  • Foto di 13) Sofia - Plovdiv 28-GIU-14

Difficoltà tecnica   Molto impegnativo

Tempo  19 ore 15 minuti

Coordinate 4000

Uploaded 22 ottobre 2014

Recorded giugno 2014

-
-
865 m
170 m
0
40
80
159,66 km

Visto 738 volte, scaricato 3 volte

vicino Krasno Selo, София-град (България)

Dopo esserci macerati tutta la notte, sveglia alle 5:00 per partire alle 6:00 e prendere sul tempo il traffico di Sofija ed avere più ore a disposizione per le incognite stradali. Prime pedalate incerte nel baluginio del mattino. Venti chilometri di 6 corsie per uscire dalla città poi deviazione a dx per la statale 8 + 30 km di stradetta solitarissima tra boschi fittissimi + latrati di cani che preoccupano il Rossino + pioggerellina trita trita che va e viene.A Vakarel, un paesello a 850 metri s.l.m. che pare di frontiera, ultima informazione chiesta ad un ometto in motorino fermo sul ciglio che alla mia domanda “Plovdiv”? Risponde stentoreo “Da”. Io tonto ripeto la domanda e lui, “Da”, tracciando con un dito sul sellino della motoretta il numero 100 che sono i Km che mancano alla meta. E allora via in discesa a rotta di collo. Ma dopo 200 metri la strada è piena di buche profonde una ventina di centimetri e più, che con le nostre granturismo sono dei crateri veri e propri. Cominciamo a fare slalom e gincane tra le chiazze di catrame saltato. Più di 20 Km tra ponti senza protezione + terra scivolata con le piogge + erba cresciuta tra le crepe dell'asfalto + vegetazione laterale che si sta impossessando di quella che era la carreggiata, totale assenza di traffico (e ti credo), paeselli e fabbricone. Ma ad un tratto, la strada dismessa è terminata; piano piano ricomincia la civiltà con poche auto a rivedersi, altri 80 Km ed è fatta. Alloggiato all'Hotel Famouse Howse per 85 Lev bulgari = 45 euro, con colazione splendida, bello e confortevole, quello che oggi ci vuole. Plovdiv, città natale di Moni Ovadia, è città d'arte molto viva culturalmente (molte gallerie artistiche), vanta un bellissimo teatro romano ancora in uso, e una bella porzione di stadio romano, splendidamente conservato ed inserito in moderna struttura urbanistica in vetro ed acciaio, strada romana basolata nei pressi di una vecchia moschea del XIV° sec, che presenta una parte alta della facciata in legno, forse ottomana. Caffè turco inserito ai lati dell'ingresso.

Commenti

    You can or this trail