Scarica

Distanza

97,41 km

Dislivello positivo

2.517 m

Difficoltà tecnica

Molto difficile

Dislivello negativo

2.517 m

Altitudine massima

1.398 m

Trailrank

53

Altitudine minima

268 m

Tipo di percorso

Anello

Tempo in movimento

9 ore 49 minuti

Tempo

11 ore 25 minuti

Coordinate

14751

Caricato

5 settembre 2021

Registrato

settembre 2021
Lascia il primo applauso
Condividi
-
-
1.398 m
268 m
97,41 km

Visualizzato 30 volte, scaricato 1 volte

vicino a Inghigollo, Lombardia (Italia)

Percorso con 314 di GRIT (indice oggettivo difficoltà percorso secondo Garmin) - Dislivello 2732 m con Garmin

Peso ciclista 95 kg - Consumo 780 W

Sentiero-mulattiera-sterrata 31 km
Singletrack 22 km
Strade secondarie 16 km
Pista ciclabile 2,4 km
Asfalto 26 km

Giro completo del triangolo lariano con percorso di andata su tutta la dorsale lariana da Brunate a poco prima di Bellagio , ritorno su sentieri sovrastanti la sponda di Lecco passando per il Ghisallo, e chiusura sui territori a bassa quota, alla base del triangolo.
Un giro che non manca di nulla, con grosso dislivello e chilometraggio, ripide e lunghe salite offroad, e numerosi singletrack tecnici.
Partenza dal risorante Grillo a Intimiano. Salita inizialmente offroad e poi su ripido asfalto a Brunate, per proseguire sul sentiero delle baite, che ci conduce al crinale dei Monti Lariani.
Le salite sono estenuanti ma senza grosse difficoltà tecniche.
Bello il saliscendi sul sentiero dei faggi, pedalabile ma con numerosi tratti esposti e perciò da affrontare con prudenza.
Salita poi verso il Palanzone e il San Primo su mulattiera ripida ma pedalabile.
Tre le successive discese tecniche da evidenziare. La prima , tecnica è quella che scende dall’alpe di Terrabiotta. La seconda, forse la più insidiosa, è quella che scende da Alpe del Ville verso il monte Nuvolone, inizialmente stretta ed esposta in più punti, poi più flow. La terza è quella che si incontra dopo la Madonna del Ghisallo, che si raggiunge dopo una nuova significativa salita mista asfalto-mulattiera, e che arriva a Maisano. Anche qui alcuni tratti tecnici .
Ritorno senza problemi al punto di partenza su misto asfalto-sentieri-sterrate.
Giro molto impegnativo per il dislivello e la notevole lunghezza, ma caratterizzato dalla varietà del percorso e dai bellissimi panorami sui due rami del lago di Como
Panorama

Panorama

Panorama

Panorama

Panorama

Panorama

Panorama

Panorama

Panorama

Panorama

Panorama

Panorama

Panorama

Panorama

Panorama

Panorama

Panorama

Panorama

Panorama

Panorama

Panorama

Panorama

Panorama

Panorama

Panorama

Panorama

Panorama

Panorama

Panorama

Panorama

Panorama

Panorama

Panorama

Panorama

Panorama

Panorama

Panorama

Panorama

Panorama

Panorama

Panorama

Panorama

Commenti

    Puoi o a questo percorso