Tempo  un giorno 14 minuti

Coordinate 4227

Caricato 20 gennaio 2019

Recorded gennaio 2019

  • Rating

     
  • Information

     
  • Easy to follow

     
  • Scenery

     
-
-
370 m
-0 m
0
32
65
129,55 km

Visto 396 volte, scaricato 4 volte

vicino Naples, Campania (Italia)

|
Mostra l'originale
Quando prendi l'auto a noleggio a Napoli, inizia l'avventura. Un traffico caotico, in una città che unisce bellezza e cattiva conservazione dei suoi edifici. Siamo nell'Europa meridionale, con il suo fascino, il suo disordine e alcune pennellate dal Nord Africa. Dove i motocicli e le auto sono i proprietari di alcune strade, in cui tutto scorre in un disordine ordinato. Abbiamo appena lasciato il garage, e un'auto passa come un lampo di direzione proibita, schivando un "motorino" di centimetri. Ma, ehi, abbiamo lasciato l'autostrada, e l'ombra dell'imponente Vesuvio è proiettata alla periferia della città.
Presto abbiamo raggiunto l'obiettivo del nostro viaggio: la fotogenica Strada Statale 163. Una di quelle strade che da sole sono i protagonisti del viaggio. L'altro protagonista è l'autista, José María, esperto in questo tipo di percorso, senza il quale non saremmo stati in grado di fuggire incolumi.
Torniamo alla SS-163. Sì, ne abbiamo già sentito parlare. Che è stretto, che il traffico è infernale, che ci sono villaggi incantevoli su pendenze impossibili. Tutto è vero E altro ancora Fu costruito nel 1853 e dal 1997 è un sito del patrimonio mondiale. Facciamo il percorso a dicembre, che consigliamo vivamente, per evitare le masse del turismo di alta stagione.
La strada della Costiera Amalfitana (Strada Amalfi), inizia a Piano di Sorrento, nella penisola omonima. Da qui sarà difficile trovare una linea retta di oltre 50 metri. Quello che non è un ostacolo al sorpasso costante sembra finire in tragedia. Circoliamo su scogliere, con villaggi sulle pendici, sopra e sotto la strada.
Prima tappa a Positano. Qui siamo abituati a salire e scendere strade ripide, perché lo spazio è costoso da trovare, e dobbiamo approfittare dell'inconcepibile. Oggi paradiso di instagramer, fotogenico nella sua forma più pura. Poi ci fermiamo in un fiordo, se un autentico fiordo nel sud. Abbiamo lasciato la macchina in mezzo alla strada, senza le spalle, giocando le nostre vite per scattare una foto. Questo è il turismo. Ma ne vale la pena, il sole in parte bagna un'insenatura del mare, dove alcune case sono state annidate e vi si accede da una strada stretta. Continuiamo verso la città che dà il nome al percorso: Amalfi. Un tempo potente repubblica marinara, oggi vive un turismo importante. Culla del limoncello, fatta con quegli splendidi limoni che vendiamo sulla strada. E ad Amalfi, Ravello, la città della musica, un balcone sul Mar Tirreno, pieno di case signorili. Molti artisti hanno vissuto qui, e lo scrittore americano Gore Vidal ha detto: "il bel tempo, i colori, il verde intenso, il blu trasparente, il grigio delle rocce di marmo travertino, tutto esercita un'influenza magica".
Maiori, Minori, Cetara, città che stiamo bombardando verso la fine a Vietri sur Mari. Ci siamo già abituati al traffico, sebbene per l'autista non ci sia un secondo di distrazione. Mettiamo fine al viaggio a Salerno, già di ampi spazi, e aspetto signorile. Quando torniamo di nuovo in autostrada, siamo invasi dal sollievo di lasciarsi alle spalle la strada difficile e dalla nostalgia di un percorso che presto dimenticheremo.
|
Mostra l'originale
Waypoint

Inicio SS-163 Piano di Sorrento.

Qui inizia la strada SS-163. Sulla strada troviamo le bancarelle di limone e quei peperoncini che sono un vero simbolo nella zona.
|
Mostra l'originale
fotografia

Fíordo di furore

Un'anomalia nell'Italia meridionale, un autentico fiordo norvegese. Cala di Furore è un manga di mare tra le montagne, con poche case e un percorso per accedervi. Cammineremo lungo l'autostrada, attraverso il tunnel della foto qui sotto.
|
Mostra l'originale
Waypoint

Ravello

Ravello. un punto di vista sulla costiera amalfitana. Colonizzato da Greci e Romani e nel Medioevo abitato dalla Repubblica di Amalfi, che costruisce alcuni dei palazzi che vediamo oggi. Dal XX secolo è stata una mecca per viaggiatori e artisti. Nel 1851 Francis Neville Reid si innamorò del posto e fece i giardini di Villa Rufolo.
|
Mostra l'originale
Waypoint

Napoles

Napoli Nautica imperdonabile inizio del percorso. Una città vivente, dove la strada è uno spettacolo. I banchi di pesce sono sparsi in tutto il vecchio quartiere spagnolo. Venditori della lotteria, ciclisti di tutto il mondo e molte biciclette.
|
Mostra l'originale
Waypoint

Cetara

Vale la pena parcheggiare l'auto e scendere in fondo a questa città. Non è facile trovare un posto, e il fondo della città non è vicino. Ma, lasciato il rumore della strada, troviamo una città che segue la sua calma filastrocca, ei pescatori camminano tra le barche incagliate vicino al porto
|
Mostra l'originale
Waypoint

Final de SS-166 Vietri sul mare

Vietri sul Mare segna la fine della SS-166. È il villaggio della ceramica, anch'esso ancorato su una collina con il mare sullo sfondo. Il percorso riprende un percorso fino a quando non scende verso il mare.
Waypoint

Napoli

|
Mostra l'originale
Waypoint

Amalfi

Amalfi dà il nome a tutta la costa amalfitana. Antica potente repubblica, oggi trasformata in un centro estivo. Sottolinea la sua cattedrale e le sue strade isolate che si snodano nella montagna. Dall'Hotel la Ninfa, le camere cadono ai piedi di scogliere profonde.

5 commenti

  • Foto di Javier Suricatos

    Javier Suricatos 15-feb-2019

    Que tal Jesús. No paras ni de vacaciones, jajaja.... Gracias por esa magnífica información que tan bien detallas, las fotos, banderolas y esa ruta por si algún día nos dejamos caer por esas hermosas tierras italianas. Un saludo amigo.

  • Foto di Jesus-4x4

    Jesus-4x4 16-feb-2019

    Javier: las rutas son una parte de las vacaciones. Un abrazo nos vemos.

  • nil jodar 27-mag-2019

    muy buenas. queria saber mas o menos en cuanto tiempo seria posible realizar la ruta y si, en caso de realizar el viaje la segunda semana de julio (emtiendo que habrá turismo ya en esas fechas) si hay alguna posibilidad de vositar los pueblos de alguna otra forma (salidas desde la autopista, rutas a pie entre pueblos, ...) muchisimas gracias y enhorabuena por la detallada descripción. un saludo!!

  • Foto di Jesus-4x4

    Jesus-4x4 29-mag-2019

    Hola: nosotros la hicimos en dos días. Aunque el tiempo, claro está, depende de las paradas. La SS163 que hicimos es el total de la ruta, aunque puedes acortarla, entrando por las diversas carreteras que se ven en el mapa. El tramo mínimo para hacerse una idea es cogerlo en Furore, y dejarla en Vietri sur Mare. Y si en julio habrá mucho tráfico. En enero con muchos establecimientos cerrados, ya era complicado circular. De todas formas os animo a ir, porque los pueblos y paisajes son preciosos.

  • nil jodar 29-mag-2019

    muchas gracias. intentaremos visitarlo de la forma mas comoda posible. un saludo!

You can or this trail