Tempo in movimento  9 ore

Tempo  2 giorni 6 ore 7 minuti

Coordinate 4961

Uploaded 29 agosto 2018

Recorded agosto 2018

-
-
3.825 m
1.715 m
0
7,2
14
28,73 km

Visto 45 volte, scaricato 2 volte

vicino Serre Uberto, Piemonte (Italia)

Grande anello sotto il Monviso, con ascensione alla cima.
Lasciamo l'auto il primo giorno a Pian della Regina, e con la navetta bus ci portiamo a Pian del Re, da cui iniziamo a camminare in direzione del Pian Armoine. A quota 2200 ca., teniamo la sx per risalire il ripido Coulour del Porco, che velocemente ci porta al rif. Giacoletti (2.741 m), dove pernottiamo. Rapida salita a cima Losas (o Rocce Alte, 2.837 m) per godere del paesaggio, e dopo una veloce cena ce ne andiamo a letto.
Il giorno seguente raggiungiamo Punta Udine (3.022 m) lungo la via di roccia "Cresta Est" (traccia GPS non presente qui), e scendiamo per la normale che con ripido sentiero sul versante ovest ci porta al Colle del Coulour e grazie a qualche tratto attrezzato velocemente torniamo al rifugio. Qui ci rifocilliamo e riposiamo un poco, prepariamo gli zaini e riprendiamo il cammino verso il rifugio Quintino Sella, seguendo i sentieri CAI V14 e V13.
Arrivati al Q. Sella, ceniamo e pernottiamo. Il giorno seguente, colazione alle 4.30 e partenza per la normale al Monviso, che effettuiamo con gran calma in 14 ore tra salita e discesa.
Salita non banale, e discesa molto impegnativa, per gente che ha esperienza di arrampicata su roccia, ed un minimo di confidenza nella disarrampicata su tratti di II e III grado (ce n'è per almeno 400 m di dislivello!).
Tornati dalla cima, ci riposiamo un poco al rifugio Sella, ma ripartiamo presto per tornare a Pian del Re, seguendo sempre il V13, dove arriviamo alle 23 di sera. Scendo a piedi velocemente per la strada asfaltata fino al tornante del Cumbal del Rio, e lì incrocio il sentiero V28 che velocemente mi riporta a Pian della Regina dove recupero l'auto.

Itinerario molto impegnativo, per dislivelli e lunghezza, sempre su terreno impegnativo (sfasciumi e rocce).
La normale al Monviso la consiglio esclusivamente a gente molto allenata, con esperienza di arrampicata, gente ciò che sappia cosa vuol dire arrampicare un IV grado e disarrampicare un III. Consigliata una corda da 30 m per eventualmente assicurarsi in conserva in salita, o assicurare qualcuno meno esperto in discesa. Sempre estrema attenzione al movimento sassi. Via normale che "non molla mai", per i tutti i suoi 1200 m di dislivello, considerando anche la ferrata da ripetere al ritorno per scendere il passo delle Sagnette.
  • Foto di Bivacco andreotti
  • Foto di Cima monviso

Commenti

    You can or this trail