-
-
2.696 m
2.231 m
0
3,9
7,7
15,46 km

Visto 3897 volte, scaricato 72 volte

vicino Misurina, Veneto (Italia)

Anello per il M.Paterno e Piani di Cengia: un percorso che segue una via ferrata con tratti privi di corde che rendono il tragitto adatto solamente ad alpinisti esperti (l'alternativa sono le guide locali) L'anello offre un grandioso panorama su tutte le dolomiti ampezzane. L'attrezzatura per il tour deve comprendere, oltre al set da via ferrata, anche la pila frontale perchè verranno percorsi più di trecento metri in galleria. Il percorso è fattibile da metà luglio alle prime nevi di settembre a circa 2500 metri di quota.
Si giunge ai parcheggi del rif. Auronzo per strada a pagamento (20 euro/auto) e dal rifugio si segue la stradina che, oltrepassando una chiesetta, scorre pianeggiante sino al rif. Lavaredo.
Cinquanta metri prima del rifugio si segue un sentiero che diagonalmente porta alla forcella Lavaredo, quindi si segue la stradina bassa che dapprima scende e poi con qualche tornante porta al rif. Locatelli. (il sentiero alto sui ghiaioni è un percorso alternativo a saliscendi)
Dal Rifugio (dove è opportuno imbragarsi per non intralciare poi) si sale sino alla base del Frankfurter-Wurstel e si prosegue in cresta sino al'imbocco del tunnel di guerra. Si entra nel sistema di tunnels, dapprima abbastanza luminosi, poi buio pesto. all'uscita del tunnel subito iniziano le corde fisse, talvolta mancanti (rimangono comunque i chiodi per eventuali sicure con la corda). Risaliti alcuni bellissimi spigoli, le corde fisse terminano alla Forcella del Camoscio dalla quale si diramano quattro itinerari: la via dalla quale siamo saliti, la via per la vetta del M.Paterno, la via per la Croda Passaporto, la via per i Piani di Cengia. Seguiremo quest'ultima per sentiero che rasenta due grotte di guerra, in piano.
La via ferrata prosegue con buona attrezzatura fissa (macante comunque presso un 'passo del gatto' , presso l'attraversata esposta di uno spigolo, e sulla risalita di un canalino con appigli resi unti e scivolosi). Quando sembra che la ferrata sia terminata si scende per sentierino sino a discendere e risalire una stretta spaccatura non visibile dall'alto (sentiero esposto, scaletta e corde fisse.) Si raggiunge poi per ottimo sentiero il rif. Piani di Cengia a m. 2528.
Dal rifugio si segue il largo sentiero per cresta verso sud sino al Passo Fiscalino dal quale si cala per sentiero verso ovest sino a ricongiungersi con la stradina che scende verso il lago sottostante e che verrà seguita sino al rif. Lavaredo con una risalita di circa duecento metri.
Per la stradina si arriva nuovamente al parcheggio del Rif Auronzo.

Dislivello complessivo m.780 - sviluppo km.15.5 - ore 7 circa
Cartografia Tabacco GPS-WGS84 1:25000 n.10 - Dolomiti di Sesto
Rif. Locatelli - Drei Zinnen Hutte
Inizio gallerie di guerra (più di 300 mt.)
Forcella del Camoscio - bivio ferrate
Rifugio Piani di Cengia

Commenti

    You can or this trail