• Foto di Costabella Via Bepi Zac / Dolomiti)
  • Foto di Costabella Via Bepi Zac / Dolomiti)
  • Foto di Costabella Via Bepi Zac / Dolomiti)
  • Foto di Costabella Via Bepi Zac / Dolomiti)
  • Foto di Costabella Via Bepi Zac / Dolomiti)
  • Foto di Costabella Via Bepi Zac / Dolomiti)

Difficoltà tecnica   Medio

Tempo  8 ore 54 minuti

Coordinate 2136

Uploaded 17 settembre 2012

Recorded settembre 2012

-
-
2.757 m
1.910 m
0
3,0
6,1
12,14 km

Visto 2840 volte, scaricato 48 volte

vicino Ciamp del Pezzo, Trentino - Alto Adige (Italia)

L'anello per la Costabella è fattibile sia dalla Valle di S.Nicolò che dal Passo San Pellegrino. La recente seggiovia 'Costabella' dal passo (Luglio-Agosto) porta ad una quota di m2265 e consente di effettuare il tour con soli 700m di dislivello.
L'tinerario segue la via attrezzata 'Bepi Zac' che richiede il set da ferrata ed una pila frontale per le numerose gallerie che andranno percorse. Dalla sella (m.2682) tra la Cima della Campagnacia e la Cima di Costabella è possibile dimezzare ed interrompere il giro scendendo a valle con una breve e facile diagonale attrezzata.
La nostra traccia parte dal piazzale del Passo S.Pell. inoltrandosi per la stradina asfaltata che passa accanto all'impianto sciistico in direzione della Cima Uomo.Dopo quattrocento metri si seguono ad ovest le indicazioni per sentiero n.637b che, sempre ben segnato, porta a risalire con ampi tornanti i ghiaioni sottostanti la forcella di Ciadìn dai quali iniziano le funi metalliche.(m.2600). Presso la Forcella (m.2664-foto) un bivio con indicazioni per forc.Uomo,Laghèt e Val di Tasca. Ore 2.30 dal park..
Salita la spettacolare scala in grotta del Sasso di Costabella ed ammirato il grande panorama dalla cima, si scende per un canalino attrezzato dove, in una grotta, è sito il museo della guerra.
Il tracciato discende il canalino attrezzato e, superato il bivio (quota m.2700 per la Val S.Nicolò), prosegue sino alla galleria della mina italiana (mai esplosa). Quì il sentiero lascia il posto ad una bella paretina attrezzata sotto lo spigolo est (40 mt. corde fisse) e subito penetra in galleria con stupende finestre panoramiche.
Si perviene al punto più alto sulla Cima di Costabella a m.2761 dove, oltre alla galleria di contromina austriaca sita curiosamente in cresta, è possibile visitare l'intricato sistema di tunnel che supportavano la difesa della Cima. Ore 1.30 da Forc.Ciadìn.
Si scende tra trincee e gallerie sino alla sella a m.2682 dove, come già detto, è possibile scendere a valle verso sud (indicazioni).
Una breve salita porta alla cima del M.Camagnacia. Ore 0.30 dalla cima Costabella.
Si scende a sud-ovest del monte per ripido sentiero in un canalino e quindi per creste attrezzate.
L'attraversamento delle creste del M.Lastei Grande avviene sul lato nord, tutto l'attraversamento è dotato di funi metalliche e si giunge al ricovero austriaco in grotta che è stato ripristinato recentemente.(agibile solo per emergenza, molto umido).
Si prosegue con tratto in galleria e tratti attrezzati aggirando a nord il M.Lastei Piccolo ed alfine calando con un tratto attrezzato verso il rifugio ben visibile in basso presso il Passo Selle. Ore 1.30 dalla Cima di Campagnacia.
Dal passo una stradina riporta verso est alla seggiuovia (indicazioni) ed al Passo San Pellegrino.Ore 1.15 dal rifugio.

Ore 7/8 - dislivello complessivo m.1040 - Sviluppo km.12.5

Cartografia 4Land-Rovereto UTM-WGS84 n.109 Val di Fassa -Latemar -Monzoni (molto precisa)

Commenti

    You can or this trail