Tempo  6 ore 20 minuti

Coordinate 3487

Uploaded 27 marzo 2017

Recorded marzo 2017

-
-
2.427 m
1.049 m
0
1,9
3,8
7,55 km

Visto 703 volte, scaricato 18 volte

vicino Nuovo Albergo-Infn, Abruzzo (Italia)

27 marzo 2017 l'immenso Paolo ci propone, a me e Giuseppe, di salire su Cima Giovanni Paolo II però da sud passando per lo stazzo papale (così da lui ribattezzato). Io e Giuseppe accettiamo senza battere ciglio perchè da quel versante non siamo mai saliti e poi l'idea di visitare un vecchio stazzo pastorale situato a circa 1900 metri ci stuzzicava non poco, ma poi ogni escursione con Paolo è un'arricchimento sotto innumerevoli punti di vista. Lasciamo l'auto sulla provinciale del Vasto, subito dopo la sbarra che non la rende fruibile (vergogna assoluta) e saliamo su un sentiero dapprima segnato (sempre da Paolo e dai suoi amici Corridori del Cielo) poi seguendo le sue indicazioni sempre precise e con una logica perfetta. Il 1° stazzo di giornata ( una delle innumerevoli cavità naturali presenti su questo versante, indossiamo la giacca pesante perchè il vento inizia a sentirsi, e subito dopo attraversiamo un canale ricoperto di neve dove una slavina è caduta tempo addietro e saliamo in direzione del famoso stazzo papale. A quota 1850 circa incontriamo un'altro stazzo (diruto) e subito dopo, a quota 1900 circa, lo stazzo papale appunto. Una bellezza unica con all'interno una montagna di neve, il solo pensiero che moltissimi anni fa qualcuno possa aver costruito qualcosa del genere a questa quota ci fa riflettere e non poco. Ripartiamo di buona lena (si fa per dire qui le pendenze non scherzano) per affrontare un canalino su misto che superiamo agevolmente; dopo del quale un'altro crinale su erba e neve (10/15 cm freschissima) e poi una grossa lingua di neve con delicati traversi fino alla vetta. Panorama da bocca aperta, la fatica è tanta (alla fine sarà quasi di 1400 il dislivello), beviamo un pò di the caldo foto di rito e iniziamo la non facile discesa. Paolo ci fa deviare più verso destra per evitare diversi salti fino ad intercettare un canale (nel frattempo la neve sfonda parecchio) che ci farà perdere quota più facilmente. lasciamo il canale (sfonda troppo) e riprendiamo il sentiero senza neve della salita fino all'auto. Escursione superba da incorniciare (fra le 5 migliori che ho fatto) su tutti i punti di vista; con Paolo ogni escursione non è mai banale, ogni suo movimento è ponderato, ogni decisione sul percorso studiata con tanto di spiegazione a noi, insomma uomini come Paolo ce ne vorrebbero a bizzeffe.

Commenti

    You can or this trail