Tempo  7 ore 9 minuti

Coordinate 1621

Caricato 13 ottobre 2018

Recorded settembre 2018

-
-
2.450 m
1.826 m
0
1,7
3,3
6,63 km

Visto 86 volte, scaricato 0 volte

vicino Casera di Casa Vecchia, Friuli Venezia Giulia (Italia)

Dal Rifugio Calvi, dove abbiamo pernottato, seguendo il sentiero n.132 in mezz’ora scarsa siamo arrivati al Passo Sesis. Da qui lungo un sentiero caratterizzato da saliscendi, dopo una decina di minuti circa ci troviamo all’attacco della ferrata sotto l’imponente parete nord del Chiadenis (targa bronzea “via ferrata di guerra”). La roccia è buona, abbastanza ruvida, con appoggi visibili, sale verticale, il cavo è quasi sempre ben teso e la progressione avviene spesso su camini, bisogna fare molta attenzione a non smuovere i sassi, ce ne sono molti liberi e possono cadere, colpendo chi sta sotto di noi!
Affrontata l’ultima parete arriviamo in vetta del Chiadenis (mt.2459). Il panorama che si apre sulle montagne circostanti è uno spettacolo di possenti colossi di roccia: Peralba, Coglians, Antelao, Alpi Austriache! In vetta è presente una Madonnina ed il libro delle firme, da oggi c’è anche il nostro nome!
La discesa prosegue prima in cresta per poi scendere parecchio in verticale, un alternarsi di paretine e placche, che finisce alla sella, dove ci sono i resti delle costruzioni belliche trovate. Da qui tramite un facile sentiero in dieci minuti si arriva al Rifugio Calvi. Si prosegue su comodo sterrato e su strada asfaltata alle sorgenti del Piave
Passo Sesis Il passo Sesis è meta assai frequentata in quanto punto strategico di partenza per tutta una serie di escursioni sul Peralba, Chiadenis e Avanza. Può essere raggiunto in breve dal rifugio Calvi.
La Ferrata CAI Portogruaro, da questo versante ' molto bella; sale gradatamente e permette in molti tratti di salire alla stessa maniera di una arrampicata. Il calcare e' bellissimo, a maniglie, buchi, antri tutto per belle prese ed arrampicata sicura che si svolge attorno al 2. grado. La partenza e' unica ed emozionante, ci troviamo tra i resti di postazioni della Grande guerra, che qui ha scritto tratti importantzissimi di quel tempo. La montagna e' scavata, finestre sulla roccia, trincee per fucilieri e piccoli nidi d'aquila.
Il monte Chiadenis (Cjadenis in friulano) è una montagna delle Alpi alta 2.459 m. Si trova tra i comuni di Sappada (UD) e Forni Avoltri (UD). Durante la prima guerra mondiale divenne tra il 1915 e il 1917 teatro di operazioni che videro contrapposti alpini italiani da una parte e kaiserjäger austriaci dall'altra, e ancora ben visibili sono i segni di quella guerra. Nella lingua friulana Cjadenis vuol dire "catene".
Rifugio Pier Fortunato Calvi E' il rifugio di proprietà del CAI di Sappada. Si trova a 2167 m, nel grande vallone compreso tra il monte Peralba e il monte Chiadenis, alla base dell'ardita guglia del Pic Chiadenis. Inaugurato nel 1926, fu utilizzato successivamente , fino al 1938, dalla Guardia di Finanza. Dopo la seconda guerra mondiale fu ampliato e più volte migliorato al suo interno. E dedicato alla memoria di Pier Fortunato Calvi, eroe della resistenza cadorina nel 1848. E' aperto da giugno a settembre. Ottima Base per la salita al monte Peralba sia per la via normale sia per la ferrata Sartor, nonché per tutte le interessanti arrampicate che si svolgono sulle pareti del gruppo Peralba-Chiadenis-Avanza. RIF.P.F.CALVI: 0435/469232 GESTORE FAM.GALLER: 0435/66176
Rifugio Sorgenti del Piave Altitudine 1 830 m s.l.m. Località Sappada (UD) Catena Alpi Carniche Gestione Famiglia Piller Hoffer Periodo di apertura 15 giugno-30 settembre Capienza 20 posti letto Il rifugio Sorgenti del Piave è situato nella Val Sesis, alle pendici del monte Peralba. Come il nome stesso lascia intendere, esso sorge nelle immediate vicinanze della sorgente del fiume Piave.

Commenti

    You can or this trail