-
-
2.656 m
1.379 m
0
5,0
9,9
19,84 km

Visto 1627 volte, scaricato 17 volte

vicino Le Salse, Liguria (Italia)

Il percorso inizia poco sotto la Chiesetta di Carnino Sup. (1397 m), dove si individua la palina indicativa per il Rifugio Don Barbera ed il segnavia bianco/rosso. (1397 m) Seguendo le segnalazioni, si passa tra le case, dopo le quali si prende una antica mulattiera che, lasciata a sinistra la deviazione per Passo Lagarè (palina indicativa), si inoltra in una zona boschiva.
Successivamente supera un rio su ponticello in legno, quindi prende a salire con diversi tornanti sino alla zona di Pian Ciucchea "Ceppaia".(1656 m)
Si prosegue ora con lungo traverso sino ad incontrare un bivio, opportunamente segnalato da palina indicatrice. A destra sale il ripido sentierino per il passo delle Mastrelle e la conca di Piaggia Bella. (1724 m) La traccia sale molto ripidamente e con numerose svolte raggiunge il Passo delle Mastrelle (2023 m), porta d’accesso alla Conca di Piaggia Bella sotto la quale si sviluppa uno dei sistemi carsici più estesi d’Italia.
Proseguendo sul sentiero a sinistra dell’ampio vallone al Passo della Croce (2146 m) si prosegue per il sentiero A4 fino all vista della Capanna Saracco-Volante dove una palina indica la direzione per il Colle Palù. Abbandonando l’itinerario diretto al Colle del Pas, si piega a Ovest tagliando alla base delle Rocche Bistè, per portarsi a ridosso di un pendio di erba e detriti che si apre tra la Cima Bozan, a destra, e la Cima Palù. Inerpicandosi lungo il canale, per sentiero in parte attrezzato, si guadagna l’intaglio del Colle Palù (2520 m) posto tra le due cime e che consente l’accesso a una vasta conca carsica con vista sul M.te Marguareis.
Dopo aver superato un breve tratto leggermente esposto (EE), si taglia a mezzacosta il versante meridionale della Cima Bozano pervenendo ad una grande dolina carsica nei pressi dell’ampio Colle dei Torinesi (2450 m). Dal colle si sale inizialmente verso sinistra, poi si piega a destra e si rimontano le ultime balze orientali che conducono in vetta alla Punta Marguareis (2651 m).
Il ritorno avviene per la via segnalata come via normale dove dalla vetta gli ometti ed i segnavia fanno scendere a sinistra in direzione Est-Sud Est, per tracce, fino al sottostante colletto e da qui, abbandonando la traccia dell’andata che prosegue per il Colle Palù, il nostro sentiero svolta ampio in discesa a destra e comodamente ci riporta, risalendo nell’ultimo tratto, al Passo della Gaina dove troviamo la via diretta che sale ripida l’anticima sud del M.te Marguareis. (2358 m) Si prosegue attraversando una zona sassosa e detritica che presto diventa più prativa fino a quota 2200 m. Continuando su terreno tipicamente carsico, costellato di doline, inghiottitoi e fessure si arriva sopra al Rifugio Don barbera e passando sotto alla roccia sormontata da una croce, si arriva al Colle dei Signori dove passa la strada sterrata che unisce Monesi al Colle di Tenda ed al confine di stato.(2111 m)
Si scende passando per il nuovo rifugio Don barbera (2070 m) e, successivamente, per la vecchia costruzione e proseguendo per una bella zona di pascolo si passa a sinistra delle Selle di Carnino (1913 m) situate nel Pianoro di San Domenico. Scendendo per un tratto ripido alla destra orografica del torrentello, fiancheggiando una cascatella, dopo un pianoro erboso si arriva nell’intaglio della Gola della Chiusetta (1815 m) dove una croce in ferro ricorda nove speleologi che nel 1990 furono travolti da una valanga. Si può notare che per un fenomeno carsico, l'acqua del torrente scorre sotterranea. Proseguendo il sentiero che con alcune svolte scende, fiancheggiando un ripido pendio che da un lato precipita sull'orrido di fondovalle, si arriva alla palina del percorso di andata da dove si raggiunge Carnino Superiore.

Commenti

    You can or this trail