Coordinate 1135

Caricato 19 luglio 2014

Recorded luglio 2014

-
-
819 m
48 m
0
5,6
11
22,55 km

Visto 5211 volte, scaricato 184 volte

vicino Pieve di Compito, Toscana (Italia)

Percorso di attraversamento del Monte Pisano compresa l'ascesa al Monte Faeta, partendo da Sant'Andrea di Compito dove la pista sterrata (quasi tutta tracciata) incrocia la strada asfaltata, ben visibile da Google Earth, fino ad Agnano, vicino ad Asciano Pisano.
Percorso impegnativo sia per la lunghezza dello sterrato di circa 30KM, sia per il fondo accidentato soprattutto nella discesa verso Agnano, dove la pista è stretta, piena di sassi piuttosto grandi e arbusti.
Percorso fatto con tre auto, la mia Fiat Sedici, una Hyundai Tucson e una Land Rover Discovery.
Una bella avventura con panorami e vegetazione bellissimi...ma attenzione ai sassi aguzzi nella discesa verso Agnano!
Waypoint

074

SINISTRA
Intersezione

Alternative

Tenere a destra, a sinistra si va a Santallago ma la pista è brutta.
Waypoint

076

SINISTRA
Waypoint

077

CAMPO CROCE
Waypoint

078

LAGHETTO ANTINCENDIO
picco

Cima!

Arrivo sulla cima del Monte Faeta ... in Fiat Sedici! Sullo sfondo in lontananza l'Arno che attraversa Pisa, i ponti sul fiume della citta e Gorgona.
Waypoint

080

A DESTRA
Waypoint

Panorama

Panorama e resistenza...
Waypoint

082

DRITTO
Waypoint

083

ARRIVATI!
Waypoint

Latitude: 43.7868592422 Longitude : 10.5545528233

Waypoint

Latitude: 43.7868226133 Longitude : 10.5547492113

Waypoint

Latitude: 43.7867983058 Longitude : 10.5548185296

Waypoint

Latitude: 43.7867966294 Longitude : 10.5548223015

Waypoint

Latitude: 43.7867958751 Longitude : 10.5548231397

Waypoint

Latitude: 43.7868099567 Longitude : 10.5548078008

Waypoint

Latitude: 43.7868159078 Longitude : 10.5548336171

Waypoint

Latitude: 43.7868092861 Longitude : 10.5548475310

Waypoint

Latitude: 43.7868164945 Longitude : 10.5548479501

Waypoint

Latitude: 43.7868147343 Longitude : 10.5548520572

Waypoint

Latitude: 43.7868149858 Longitude : 10.5548597686

Waypoint

Latitude: 43.7868068554 Longitude : 10.5548625346

Waypoint

Latitude: 43.7868153211 Longitude : 10.5548431724

Waypoint

Latitude: 43.7868265528 Longitude : 10.5548204575

Waypoint

Latitude: 43.7868234515 Longitude : 10.5548163503

16 commenti

  • Foto di patweb

    patweb 22-lug-2014

    Sulla vetta del Faeta si ammira un bellissimo panorama verso il mare da La Spezia a Livorno comprese le isole.
    La cima è raggiungibile anche da strade molto più brevi ma noi abbiamo scelto quella più lunga per fare una bella gita.

    La scalata fino alla cima del Faeta non presenta particolari difficoltà, solo nella salita finale dopo l'ultimo tornate in via precauzionale è meglio attivare il blocco del differenziale centrale,

    Consiglio, per salvaguardare la carrozzeria scendere dal monte percorrendo la strada al contrario e raggiunto l'incrocio (CampoCrocie) scendere verso Lucca, al contrario scendendo verso Pisa la strada diventa molto stretta da rendere quasi impossibile scambiarsi con altri veicoli che percorrono in senso opposto, da aggiungere la folta vegetazione che inevitabilmente lascerà dei bei ricordini sulle fiancate

  • Foto di Cmaiorano

    Cmaiorano 22-lug-2014

    Accidenti simili sono il "bello" delle gite off-road.

  • Foto di PiccoloLupo

    PiccoloLupo 11-ott-2014

    Ma non mettete come impegnativo un percorso off-road se fatto con una Fiat sedici !

  • Foto di Cmaiorano

    Cmaiorano 11-ott-2014

    Impegnativo per noi, per chi ha un'automobile come la nostra, e perché tante persone che conosco che hanno un'auto uguale o simile non l'avrebbero mai fatto, anche per non graffiare la carrozzeria con le piante e/o magari rompere una gomma su un sasso.
    Saluti.

  • Foto di patweb

    patweb 19-ott-2014

    il percorso più che impegnativo è stancante se fatto in estate,
    poi noi abbiamo fatto il giro extralungo se si sale su da Vorno si fa molto prima, comunque merita arrivare in cima.
    Saluti

  • Foto di Erreelle

    Erreelle 8-feb-2015

    Non è certo la Parigi Dakar, ma credo che Cmaiorano lo sapesse da sempre, poi se qualcuno cerca la Parigi Dakar sicuramente sa dove andare e non segue Cmaiorano.
    Grazie Cmaiorano per aver proposto vari percorsi, che sono fuori "casa". Credo che questo sia veramente carino, sotto tutti i punti divista, vero è che da Pisa alla vetta il fondo è molto sconnesso, ma non importa andare a 2000, l'importante è divertirsi e non certo sull'autostrada. Grazie aspetto altri percorsi. Buon 4 ruote a tutti

  • Foto di Cmaiorano

    Cmaiorano 8-feb-2015

    Si, la parte più sconnessa e con molte piante sulla pista è quella verso Agnano Pisano, più tranquilla l'ascesa dal versante lucchese.
    Grazie dell'apprezzamento ... recentemente ho postato due percorsi vicini dove abito, di cui uno proprio "fuori casa"!

  • Foto di Erreelle

    Erreelle 8-feb-2015

    Venerdì 6 febbraio ho fatto tutto il percorso con 40 cm di neve, chiaro non da Agnano ma poco prima di Campo Croce e a Santallago un prato bianco immacolato. Bellissimo da fare in inverno se c'è un di neve.

  • Foto di Cmaiorano

    Cmaiorano 8-feb-2015

    Con che auto?40 cm di neve sono tanti per avanzarci ... a meno che non fosse gelata, indurita...

    Io ho trovato neve al giro da Cune a San Romano

    http://it.wikiloc.com/wikiloc/view.do?id=6457926

    domenica scorsa ... ma reputo un azzardo forse eccessivo passare per queste piste quando c'è neve ... troppa pendenza, troppi rischi di scivolare fuori strada precipitando in un burrone!

  • petrongolo 11-mag-2015

    Ciao Bell'automobilista,
    Si fa per dire, non illuderti.
    Non lo sai che i Monti Pisani sono protetti e che e'
    VIETATO andarci con AUTO o MOTO?
    Se non ci credi, chiedi alla POLIZIA FORESTALE al 115.
    Non lo fare piu' e cerca qualche pista apposita per camionette.
    Carlo
    petrongolo@unisi.it

  • Foto di Cmaiorano

    Cmaiorano 11-mag-2015

    Lo so che questi percorsi sono vietati, li ho fatti a mio rischio e pericolo e non ho certo paura di lei.
    Anzi mi pare che il suo commento sia mosso da una certa invidia o rabbia, e non saranno certo le sue "minacce" a farmi desistere.

    Saluti.

  • petrongolo 11-mag-2015

    Forse mi sono spiegato male:
    Nessuna invidia ne' rabbia (non sono una volpe).
    Ma non amo i barbari come te e i tuoi amici.
    Questi percorsi non sono vietati perche' puoi ammazzarti,
    questo non frega a nessuno.
    Sono vietati perche' i Monti Pisani sono ZONA PROTETTA.
    Cioe', i motori distruggono l'ambiente, la vegetazione, e
    disturbano gli animali. Chiaro?
    Se fai ancora cose di questo tipo, informo la POLIZIA FORESTALE.
    Non e'una minaccia, ma una promessa.
    Carlo

  • Foto di Cmaiorano

    Cmaiorano 11-mag-2015

    Senza offesa, sono qua che tremo di paura, e mi pare che dalle sue parole comunque traspaia "una certa incazzatura", diciamo così.

    Siamo andati piano come lumache, senza disturbare alcunché, senza "scavare" le piste, per altro ottime.

    Lo so che la zona dei monti Pisani è protetta, anzi per meglio dire,l'ho scoperto poi, e quindi non è accessibile alle automobili ma sostenere "che le auto distruggono l'ambiente e la vegetazione" ... mi pare anche troppo.

    Sempre saluti, Carmine.

  • Foto di Erreelle

    Erreelle 11-mag-2015

    Gentile Sig. Carlo,
    anche io come lei ed il Sig. Carmine tengo molto all'ambiente, sono molto rispettoso di leggi e norme.
    Le prime le rispetto per obbligo e le seconde per senso civile.
    Il Monte Faeta ha tantissime strade e sentieri, tanti di queste sono interdette ai mezzi motorizzati e sono segnalati con indicazioni (cartelli stradali più o meno regolari secondo il CdS) altre sono libere, tra queste ultime è stato individuato il percorso dal Sig. Carmine, infatti all'inizio e alla fine del percorso non appare sulla carreggiata nessun tipo di divieto.
    Anche perché mi spieghi come potrebbero, specialmente in estate, arrivare centinaia di auto a Santallago.
    Oltretutto, sempre con grande rispetto per l'auto del Sig. Carmine, non la riterrei un'auto da fuori strada estremo e nemmeno una camionetta, credo che il suo risentimento debba essere indirizzato a ben altre persone, forse non sarebbe male, anzi glielo suggerisco, indirizzarlo ai vari cacciatori, che talvolta fanno uno scempio non proprio al limite delle regole, oppure, specialmente al bivio di Santa Croce, sparano all'impazzata da postazioni fisse, sicuramente consentite, ma a pochi metri da percorsi stradali e pedonali.
    Non può fare, come si dice, di tutte le erbe un sol fascio, sarebbe stato più opportuno vedere il percorso suggerito dal Sig. Carmine e non leggere il titolo prima di redigere messaggi talvolta "poco simpatici", e guardi che di agenti di vigilanza ( Forestale, VV.UU.., Polizia Provinciale, Venatoria , ecc... ecc...) io ne ho trovati tanti e tante volte, ma stando nel rispetto delle norme non si sono mai permessi di fare o dire qualcosa, anzi in situazioni di emergenza hanno chiesto aiuto, proprio perché alcun e strade accidentate non sono fattibili da ogni automezzo.
    Spero e credo, che questo mio messaggio sia stato chiarificatore, se così non fosse, gentile Sig. Carlo, non saprei cosa dirle oltre, io non mi sento un barbaro, anzi, è il suo atteggiamento cha da significato di aggressione verbale senza poter dare alla sua controparte il diritto di difesa.
    E come dice il Sig. Carmine, SEMPRE SALUTI, aggiungerei anche MOLTO CORDIALI.

  • Foto di patweb

    patweb 11-mag-2015

    su monti Pisani so che ci sono zone vietate al transito, ma il percorso intrapreso non passava per queste zone,
    ad ogni svolta o inizio sentiero controllavo che non vi fossero cartelli di divieto,
    poi se sulle strade c'è il divieto ma non viene segnalato in alcun modo questo non posso saperlo,
    voglio sottolineare che abbiamo percorso quelle strade in buona fede e rispettando l'ambiente
    Saluti

  • stoppanil 23-giu-2015

    E' proprio grazie al passaggio di amanti della natura e del fuoristrada che antiche piste e passaggi rimangono ancora discretamente percorribili. Prendiamocela con cementificazione e disboscamenti, non con amanti della domenica nella natura.

You can or this trail